Arriva Cibum, la bottega dove il cibo sarà dono, frutto della solidarietà di tanti

Venerdì 27 maggio, alle 18.30, inaugura a Carpi (in via Don Minzoni, 3) la Bottega Solidale Cibúm a cura dell’associazione Porta Aperta. Il social market si rivolge a famiglie e persone individuate dal centro di ascolto di Porta Aperta e dal servizio sociale dell’Unione Terre d’Argine che, in modo gratuito, potranno reperire prodotti alimentari e beni di prima necessità e non solo.

0
581

Venerdì 27 maggio, alle 18.30, inaugura a Carpi (in via Don Minzoni, 3) la Bottega Solidale Cibúm a cura dell’associazione Porta Aperta. “Cibúm è l’evoluzione naturale di un percorso della nostra associazione, da sempre impegnata nell’ascolto e nell’assistenza delle famiglie in difficoltà, una bottega speciale dove fare la spesa per le famiglie in temporanea difficoltà economica diventa anche momento di incontro e di opportunità. In questi mesi – spiega Arianna Agnoletto, vicepresidente Porta Aperta Carpi – i nostri volontari insieme agli operatori hanno lavorato con entusiasmo per realizzare questo luogo, dove il cibo sarà dono, frutto della solidarietà di tanti”.

Bottega Solidale Cibúm è un progetto di comunità che vede coinvolte numerose associazioni e istituzioni del territorio, dalla piccola alla grande distribuzione fino ai cittadini “donatori” del loro tempo e delle risorse necessarie per realizzarlo. La Bottega si rivolge a famiglie e persone individuate dal centro di ascolto di Porta Aperta e dal servizio sociale dell’Unione Terre d’Argine che, in modo gratuito, potranno reperire prodotti alimentari e beni di prima necessità e non solo. Alla Bottega sarà anche operativo uno Sportello Informatico per supporto nella compilazione di domande online, richieste bonus e altri servizi utili (buono per cambio gomme, taglio capelli).

All’inaugurazione del 27 maggio, a cui tutta la cittadinanza è invitata a partecipare, saranno presenti l’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Carpi Tamara Calzolari, il vicario generale Ermenegildo Manicardi e il presidente della Fondazione CR di Carpi Corrado Faglioni; al taglio del nastro, seguiranno una visita alla Bottega, i saluti delle autorità, la benedizione dei locali e un piccolo rinfresco. 

Cibúm Bottega Solidale si colloca all’interno del progetto L’Unione non spreca ed è co-finanziato dall’Unione Terre d’Argine, 8xmille Chiesa Cattolica, Bper Banca, Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi, Regione Emilia – Romagna; all’allestimento hanno contribuito Conad, Coop Alleanza 3.0, Doxee, Idro Speed e tanti privati cittadini. I partner di progetto sono Eortè, Unione Terre d’Argine, il Mantello, Quinta Zona, Circolo Anspi di Campogalliano Sassola. 

L’apporto di volontari e la donazione di servizi, denaro e beni sono sempre indispensabili per questo progetto: chi volesse saperne di più per contribuire può scrivere a cibum@portaapertacarpi.it – 059/5802256.