Il cardinal Bassetti invoca la pace per l’Ucraina nella messa del Santo Patrono

Ieri sera, 20 maggio, in Cattedrale, la Chiesa di Carpi ha festeggiato la solennità di San Bernardino da Siena, patrono della città e della Diocesi. A presiedere la concelebrazione il cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia e presidente della Conferenza Episcopale Italiana.

0
226

Ieri sera, 20 maggio, in Cattedrale, la Chiesa di Carpi ha festeggiato la solennità di San Bernardino da Siena, patrono della città e della Diocesi. A presiedere la concelebrazione il cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia e presidente della Conferenza Episcopale Italiana, alla presenza di monsignor Erio Castellucci, vescovo di Carpi e arcivescovo di Modena-Nonantola, di monsignor Lino Pizzi, vescovo emerito di Forlì, di numerosi presbiteri concelebranti. Presenti i rappresentanti delle Amministrazioni dei Comuni della Diocesi, le Autorità militari, le organizzazioni di volontariato.

Molto sentita e partecipata la celebrazione in onore di San Bernardino da Siena attorno alla quale è stato creato un ampio programma che comprende nella giornata di oggi, sabato 21 maggio, la festa dei giovani in Piazza Martiri e il concerto per la pace a favore dei profughi ucraini in Cattedrale. Il Cardinal Bassetti nell’omelia, con un fuori testo molto accorato, ha ricordato l’insensatezza della guerra che si sta combattendo in Ucraina e ha invocato l’intercessione di San Bernardino da Siena affinchè possa cessare al più presto. In conclusione ha ricordato che “è questa per me l’ultima visita che faccio in una Diocesi italiana da presidente della Conferenza Episcopale Italiana. Vi ringrazio per l’accoglienza e vi chiedo di pregare per la assemblea generale della CEI, che avrà luogo la settimana prossima a Roma”. Al termine della celebrazione i ringraziamenti al Cardinale Bassetti da parte del vescovo Erio con espressioni di apprezzamento per il suo operato come Presidente dei Vescovi italiani e per l’esemplare testimonianza di grande saggezza e pazienza. Parole che hanno suscitato un lungo applauso da parte di tutti i presenti. Sul sagrato della Cattedrale la festa è proseguita con i canti del Faith Gospel Choir, applauditi anche dal cardinale Bassetti che ha preso la parola complimentandosi ed esortando a continuare a dare lode al Signore con il canto.