Epidurale, ripartono i corsi formativi in presenza all’Ospedale di Carpi

Il primo appuntamento è venerdì 13 maggio, alle 14.45, presso la sala riunioni degli ambulatori di Ostetricia e Ginecologia al primo piano del Ramazzini. Le donne interessate alla partoanalgesia potranno iscriversi online, dieci posti disponibili.

0
457

Ripartono i corsi formativi in presenza sul tema dell’epidurale. A organizzarli i professionisti del Reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Ramazzini di Carpi diretto dalla dottoressa Giulia Pellizzari, in collaborazione con la Struttura complessa di Anestesia e Rianimazione di Area Nord guidata dal dottor Alessandro Pignatti.

Il primo appuntamento è venerdì 13 maggio, alle 14.45, presso la sala riunioni degli ambulatori di Ostetricia e Ginecologia al primo piano del Ramazzini. Le donne interessate (dieci i posti disponibili) dovranno effettuare l’iscrizione online, all’indirizzo www.ausl.mo.it/epidurale.

Nell’occasione, ginecologo, ostetrica e anestesista illustreranno le possibilità legate alla partoanalgesia, pratica clinica per ridurre/controllare il dolore da travaglio offerta alle partorienti che ne fanno domanda, previa valutazione dell’idoneità alla procedura e compatibilmente con le esigenze legate alle urgenze chirurgiche. 

L’analgesia epidurale consiste nell’iniezione di un farmaco anestetico nella zona lombare, nel fondo della schiena, attraverso un sottilissimo catetere, cioè un tubicino morbido e sottile, che viene fissato con un apposito cerotto. Questo tipo di analgesia determina la riduzione del dolore in pochi minuti, lasciando inalterata la sensibilità cutanea, la libertà dei movimenti e la sensazione della contrazione che continua ad essere percepita ma non con la stessa intensità. La capacità di spinta non viene alterata, quindi la donna può partorire partecipando in modo attivo e spontaneo.