I salumi emiliani Veroni primo brand di carne in Usa

Nei primi tre mesi del 2022 vendite oltreoceano su del 30% per l'azienda di Correggio

0
413

Il salumificio Veroni vince la sfida lanciata nel 2016 al mercato americano, con la creazione di uno stabilimento in New Jersey. L’anno scorso l’azienda di Correggio ha registrato negli Usa un incremento di fatturato del 23,7% rispetto al 2020, chiudendo l’esercizio con un giro di affari di oltre 140 milioni di euro. Nel primo trimestre 2022, forte del trend dell’ulteriore crescita pari al 30%, Veroni si è collocato oltreoceano tra i primi 20 brand degli affettati di carne e in assoluto il primo italiano. “Questi dati sono frutto dell’impegno messo a sistema da parte di tutta l’azienda e della ferma determinazione a offrire un salume 100% italiano e non semplicemente un prodotto realizzato seguendo un’Italian recipe”, commenta Stefano Veroni, presidente del Gruppo. “La scelta fatta, forse coraggiosa e certamente complessa, ha conquistato il pubblico americano: sempre più clienti scopronoil gusto di mangiare italiano, imparando a investire sulla qualità di un prodotto molto diverso da quello a cui sonostati abituati”. I nostri affettati, conclude Veroni, “portano la vera cultura enogastronomica italiana in America”.