PD Modena, al via venerdì la Festa dell’Unità (forse l’ultima a Ponte Alto)

In attesa di capire i progetti sull'area del suo nuovo proprietario, l'imprenditore di Correggio Giorgio Bosi che ha acquistato anche i capannoni fieristici di Reggio Emilia, l'edizione 2022 è infatti ai nastri di partenza

0
2687

Tutto pronto a Modena per la partenza della Festa dell’Unità che, forse per l’ultima volta, si svolgerà a Ponte Alto. In attesa di capire i progetti sull’area del suo nuovo proprietario, l’imprenditore Giorgio Bosi che ha acquistato anche i capannoni fieristici di Reggio Emilia, l’edizione 2022 è infatti ai nastri di partenza. Il Pd della città della Ghirlandina avrebbe incassato l’ok per organizzare la kermesse a settembre, ma dal 2023 potrebbe non essergli concesso l’uso o l’affitto della location da parte del nuovo proprietario, il 67enne presidente dell’azienda di famiglia ‘Pibiplast’ di Correggio, leader nel settore del packaging, in particolare rivolto all’industria cosmetica e all’ambito beauty.

L’inaugurazione è per venerdì prossimo alle 18.30, con appuntamenti che proseguiranno tutti i venerdì, sabato e domenica fino al 5 giugno. Dopo l’inaugurazione gli appuntamenti politici proseguono venerdì 6 maggio quando il gruppo di lavoro Pd Modena sull’innovazione digitale dialogherà con il direttore di Domani Stefano Feltri nell’incontro “Tecnologia, dati, informazioni: la guerra nella guerra”. Sabato 7 maggio il deputato Pd Emanuele Fiano presenta il suo libro “Ebreo”, mentre venerdì 13 maggio sarà proiettato il film “Il mostro di Modena”, un’occasione per dialogare insieme alla responsabile Politiche di genere e delle famiglie Pd città di Modena Patrizia Belloi, e altri ospiti, riguardo le morti di tante donne senza nome. Nel format delle Agorà democratiche si svolgerà l’incontro del 14 maggio: “Morti e infortuni sul lavoro, emergenza italiana”. Il presidente della Regione Stefano Bonaccini sarà ospite alla Festa venerdì 20 maggio, per un’intervista sui temi trattati nel suo libro “Il Paese che vogliamo. Idee e proposte per l’Italia del futuro”. Delle sfide post pandemia si parlerà sabato 21 e venerdì 27 maggio durante due dibattiti: uno su cultura e lavoro, l’altro su sanità locale e Pnrr. Infine, venerdì 3 giugno, il Dem Gianni Cuperlo presenta il suo libro “Rinascimento europeo. Il libro dell’Europa che siamo stati, che siamo e dobbiamo diventare”. È poi in programma un ricco cartellone di spettacoli tutti gratuiti e di concerti (alcuni con grandi nomi a pagamento). Il ristorante è aperto venerdì e sabato a cena e domenica a pranzo, con possibilità di asporto, più giovedì 2 giugno, quando alle 12.00 si festeggerà la Festa della Repubblica con un pranzo.