San Nicolò riaprirà al pubblico nel 2023, materie prime permettendo…

Ci stiamo scontrando con la difficoltà di approvvigionamento dei materiali e questo non può che condizionare le date, aggiungendo ritardi che oggi non è possibile prevedere”.

0
351

Il cantiere di San Nicolò dovrebbe terminare nel febbraio del 2023, materie prime permettendo… A mettere le mani avanti è l’assessore ai Lavori Pubblici e Patrimonio Storico – Artistico, Marco Truzzi: “sono due le progettualità in atto, una riguarda la parte edile e l’altra quella di restauro. Gli interventi edili sono al momento oggetto di una variante e dunque il cronoprogramma aggiornato lo avremo solo tra qualche mese.

Il restauro dovrebbe concludersi a febbraio 2023, termine che vorremmo far coincidere anche per i lavori di edilizia. Ci tengo però a sottolineare come, in un momento come questo, a seguito del forte aumento dei costi delle materie prime – basti pensare che un metro cubo di legno per le capriate è passato da 500/600 euro a 1.200 – rende molto difficile fare delle previsioni certe sulle tempistiche. Ci stiamo scontrando con la difficoltà di approvvigionamento dei materiali e questo non può che condizionare le date, aggiungendo ritardi che oggi non è possibile prevedere”.

J.B.