Al via la distribuzione di beni ai profughi ucraini sul nostro territorio

Sono 166 i profughi arrivati nel territorio dell'Unione delle Terre d’argine, la maggior parte dei quali (124) nel Comune di Carpi: formano 63 nuclei familiari, con un totale di 79 minori.

0
455

Questa settimana i profughi ucraini  ospitati in famiglie carpigiane cominceranno a ricevere i beni raccolti nel deposito di Carpi Fashion System: la modalità stabilita per la distribuzione prevede che l’interessato telefoni allo 0594728738 (numero unico  Volontari in rete Terre d’Argine” per prenotare i generi, ricompresi in una lista predisposta secondo le disponibilità; i volontari provvederanno poi a preparare la spesa in base al numero dei componenti del nucleo, e a consegnarla a domicilio, fino a esaurimento delle scorte. Possono accedere alla distribuzione dei beni i nuclei  che si sono segnalati allo sportello dei Servizi sociali dell’Unione, chiamando il numero 0598635288 (dal lunedì al sabato 8:30-12:30; martedì e giovedì anche 14:00-16:30) o scrivendo a  servizisocialicarpi@terredargine.it

Sono 166 i profughi arrivati nel territorio dell’Unione delle Terre d’argine, la maggior parte dei quali (124) nel Comune di Carpi: formano 63 nuclei familiari, con un totale di 79 minori.

“Dopo aver inviato in Ucraina più di sette tonnellate di materiale la scorsa settimana – sottolinea Tamara Calzolari, assessore al Sociale – abbiamo accolto l’esigenza di sostenere le tante persone arrivate nel territorio grazie all’ospitalità di parenti e amici, in attesa di vedere realizzati gli aiuti annunciati dal Governo in questi giorni. Anche stavolta la rete della solidarietà ha risposto prontamente, e grazie all’attività dei tanti volontari coordinati dalla Protezione Civile, siamo in grado di portare rapidamente un aiuto concreto alle famiglie accolte dalla nostra comunità”.