Quartiere Magazzeno, alzi la mano chi vuole adottare delle piante da frutto!

Dopo aver piantato vari alberi da frutto a Cibeno, un nostro concittadino, con l’avallo dell’Ufficio del Verde, vuole ora cimentarsi in un’altra impresa, quella di piantare altre piante da frutto, vero toccasana anche per l’avifauna, in via Magazzeno, nell’area verde a ridosso delle scuole Focherini e Saltini. C’è qualcuno che vive nel quartiere disposto ad “adottare” le pianticelle, facendosi carico di innaffiarle nel periodo estivo?

0
1088

Ci sono persone che non solo dicono di amare il verde ma che, concretamente, si arrotolano le maniche e decidono di fare qualcosa di concreto per accrescere il patrimonio arboreo cittadino. Progetti piccoli, che nascono dal basso, ma proprio per questo preziosi poiché riproducibili in varie zone della città. Basta un poco di volontà e qualche attrezzo per lasciare il segno e dare così alle generazioni future un pizzico di ombra e di ossigeno in più. Dopo aver già introdotto una trentina di alberi da frutto nella zona di Cibeno, Alberto, un nostro concittadino, con l’avallo dell’Ufficio del Verde del Comune di Carpi, propone un’ altra iniziativa, quella di piantare alcune piante da frutto, vero toccasana anche per l’avifauna, in via Magazzeno, nell’area verde a ridosso delle scuole Focherini e Saltini.  Un modo per sensibilizzare non solo i residenti del quartiere ma anche le famiglie che ogni giorno accompagnano i loro figli in classe.

“Potrebbe essere interessante inserire una serie di cartelli con frasi, citazioni o poesie sugli alberi – spiega il nostro concittadino – o, ancora, si potrebbe installare una bacheca con le proposte dei ragazzi per la tutela del verde pubblico. I nuovi alberelli potrebbero inoltre essere identificati con una scheda botanica in formato QR Code”. Insomma le idee ci sono, ma per portarle avanti serve l’aiuto di qualche altro cittadino volenteroso.

“Io – spiega – posso contribuire acquistando gli esemplari da mettere a dimora e mettendo a disposizione la mia manodopera, ma qualche residente del quartiere dovrebbe pendersi l’impegno di innaffiarle nel periodo estivo”.

C’è qualcuno disposto ad “adottare” le pianticelle? L’impegno sarebbe ridotto soprattutto se fossero più residenti a darsi il cambio. Chi volesse contribuire a rendere maggiormente verde la zona, peraltro interessata da un sostenuto traffico veicolare per la presenza degli istituti scolastici, può contattare Alberto al numero 328 754 3564.

Jessica Bianchi