Radio Bruno vola: 804.000 ascoltatori nel giorno medio

Radio Bruno supera gli 800mila ascoltatori anche negli ultimi rilevamenti dei dati d’ascolto: sono 804.000, infatti, gli ascoltatori che hanno dichiarato di sintonizzarsi sulle frequenze di Radio Bruno nell’indagine Ter relativa al secondo semestre del 2021, effettuata nel periodo 15 giugno-13 dicembre 2021.

0
384

Radio Bruno supera gli 800mila ascoltatori anche negli ultimi rilevamenti dei dati d’ascolto: sono 804.000, infatti, gli ascoltatori che hanno dichiarato di sintonizzarsi sulle frequenze di Radio Bruno nell’indagine Ter relativa al secondo semestre del 2021, effettuata nel periodo 15 giugno-13 dicembre 2021.

Radio Bruno si conferma nettamente la radio più ascoltata in Emilia Romagna, dove ha radici da oltre 40 anni, con 502.000 ascoltatori nel giorno medio, ponendosi davanti a tutti i principali network nazionali privati e pubblici e davanti a tutte le altre radio locali. 

Ascolti in aumento anche in Lombardia dove Radio Bruno raggiunge i 128.000 ascoltatori nel giorno medio con un incremento del 23% rispetto al primo semestre 2021; numeri in crescita anche in Toscana con 124.000 ascoltatori nel giorno medio: +25% rispetto al primo semestre 2021.

“Siamo molto soddisfatti dei risultati raggiunti in questo secondo semestre 2021. Si tratta di un incremento di risultati che erano già importanti, testimoniano la grande tenuta del mezzo radio – commenta l’editore, Gianni Prandi – e il ritrovato slancio dopo il ritorno alla quasi normalità della mobilità degli italiani. Come sempre voglio ringraziare tutti i dipendenti e collaboratori che hanno lavorato senza mollare mai, in un periodo che non è stato di certo semplice. Il risultato è sempre frutto di un grande lavoro di squadra, di investimenti, di impegno e scelte che guardano al futuro, tra cui l’acquisizione di nuove frequenze, il potenziamento della radio in diretta sul web e sul digitale terrestre (canali 256 in HD e canale 71) e la possibilità di ascolto in DAB per raggiungere un territorio sempre più vasto”.