Arrivano i Blood Brothers Avis per i piccoli pazienti di oncoematologia

“Abbiamo realizzato i Blood Brothers – ha aggiunto il carpigiano Cristiano Terenziani - che rappresentano le cellule del sangue per comunicare ai più giovani il valore del dono del sangue con la modalità del gioco. Speriamo di allietare i bambini ricoverati al Policlinico durante queste feste”.

0
396

Ci sono Red il globulo rosso, Pip la piastrina, Yel il plasma e anche Bleah il virus. Fanno tutti parte della famiglia dei Blood Brothers, gli otto simpatici pupazzi/mascotte di Avis che raffigurano le diverse componenti del sangue. 

Ieri pomeriggio, in prossimità delle Feste l’associazione modenese per il dono del sangue ha portato in regalo 56 pupazzi ai piccoli pazienti della Struttura di Oncoematologia Pediatrica del Policlinico, insieme ad album e pastelli per colorare le loro avventure.

La consegna è avvenuta da parte del presidente di Avis Provinciale Cristiano Terenziani alla dott.ssa Monica Cellini, referente della struttura e alla dott.ssa Caterina Mandelli dello Spazio Scuola del Policlinico. Con loro il personale una rappresentanza del personale.

Voglio ringraziare l’AVIS – ha commentato la dottoressa Monica Cellini – non solo per questi regali, che di certo i nostri bambini gradiranno, ma soprattutto per l’enorme lavoro che fanno a sostegno dell’ospedale. Noi come ematologia pediatrica siamo tranquilli di avere tutto ciò che serve ai nostri bambini, grazia al loro lavoro”.

“Abbiamo realizzato i Blood Brothers – ha aggiunto il carpigiano Cristiano Terenzianiche rappresentano le cellule del sangue per comunicare ai più giovani il valore del dono del sangue con la modalità del gioco. Speriamo di allietare i bambini ricoverati al Policlinico durante queste feste”.