Gamberale, Littizzetto, Garlando e due spettacoli per bambini: è il dicembre di Forum Eventi

Continua l’appuntamento con la rassegna di BPER Banca Forum Monzani dedicata agli autori e alle loro nuove proposte. In attesa del Natale due appuntamenti anche per i più piccoli, a cura della compagnia C’è un asino che vola e dell’attrice Pina Irace. E’ possibile partecipare agli incontri dal vivo oppure seguirli in diretta streaming.

0
392
Chiara Gamberale

Un calendario ricchissimo quello di Forum Eventi per le prossime settimane: gli amanti dei libri possono cominciare a segnarsi i numerosi appuntamenti previsti dal vivo e rilanciati in diretta streaming sulla pagina facebook del Forum.

Organizzata da BPER Banca con il patrocinio del Comune di Modena e la collaborazione della libreria Ubik di Modena, il dicembre della rassegna Forum Eventi propone sei appuntamenti gratuiti al BPER Banca Forum Monzani di Modena (via Aristotele 33), di cui due sono dedicati ai bambini.

Domenica 5 dicembre, alle 17.30, Chiara Gamberale presenta Il grembo paterno (Feltrinelli). l nostro presente è figlio del nostro passato, sembra suggerire l’autrice con la sua nuova protagonista, Adele, che è profondamente influenzata da un’infanzia che condizionerà i suoi rapporti futuri. Un padre che la ama, ma che è autoritario e incapace di essere felice, è un modello difficile a cui rifarsi da adulta, così come è difficile, se non impossibile, soddisfarlo con ottimi voti prima e successi lavorativi poi. Con uno stile intenso e poetico, la scrittrice racconta la famiglia quando ci si sente diversi, l’amare e l’essere amati, ma a dare uno sguardo nuovo a tutto questo è la maternità e quel sentirsi “sollevata dalla fatica di trovare un equilibrio fra la persona che eravamo prima del Big Bang Figlio e quella che diventiamo poi” quando si incontra l’amore. Nella vita della comica più amata d’Italia c’è una storia complicata, ma anche piena di momenti divertenti, che nasce con l’affido di due ragazzi da un istituto e continua negli anni con tutto quello che comporta crescere dei figli. 

In Io mi fido di te. Storia dei miei figli nati dal cuore (Mondadori) Luciana Littizzetto si racconta nel suo ruolo di mamma, con sincerità e grazia, spingendo la scrittura umoristica verso una nuova frontiera, mettendola al servizio dei sentimenti più profondi e contraddittori. E la dedica del libro – che l’autrice presenta al Forum mercoledì 8 dicembre, alle 17.30, – è speciale: “Te che non sei nato dalla mia pancia ma dal mio cuore. Te che hai una faccia diversa dalla mia, anche se tutti dicono che mi somigli. Te che la vita è bastarda, perché ti ha fatto nascere in un posto e rinascere in un altro. E non hai potuto scegliere. Nessuna delle due volte”. Nel volume si intrecciano i dubbi, gli spaventi, i ricevimenti professori, i fidanzati, i tatuaggi, la stanchezza, il senso di colpa, di inadeguatezza, costante di una mamma con due ragazzi in affido.

Domenica 12 dicembre, alle 17.30, Luigi Garlando, firma di punta della“Gazzetta dello Sport presenta L’album dei sogni (Mondadori), con la partecipazione di Walter Veltroni. E’ una storia in cui c’è un momento cruciale. E c’è un “prima”, e un “dopo”. Il momento cruciale è verso la fine della Seconda guerra mondiale, quando Olga, vedova di Antonio Panini, decide, insieme ai suoi otto figli, di acquistare l’edicola di Corso Duomo, nel centro di Modena. Il “prima” è la storia di Antonio Panini, scampato miracolosamente alla Grande Guerra, e del suo amore infinito per Olga, fino alla sua morte prematura, a 44 anni, nel 1941. Il “dopo” è la storia di una delle più affascinanti avventure imprenditoriali italiane, fatta di spirito d’iniziativa, fiuto per gli affari, passione, lavoro che poteva avere come protagonista solo una famiglia come quella dei Panini. Dal più vecchio, Giuseppe, al “piccolo” Franco Cosimo, passando per tutti gli altri fratelli e sorelle che in quegli anni crescono, imparano e soprattutto lavorano e l’edicola di corso Duomo si ingrandisce, fino a quando non arriva “l’idea” che cambierà tutto, le figurine che hanno fatto sognare milioni di italiani.

Forum Eventi regala due appuntamenti gratuiti anche ai più piccoli: sabato 11 dicembre, alle 17, la Compagnia teatrale C’è un asino che vola propone ai bambini dai 4 anni lo spettacolo Bobo, Babbo e il mistero di Natale. Il sipario si apre su un grosso problema: Babbo Natale si è preso il raffreddore… come farà a costruire tutti i giocattoli in tempo per la notte del 25 dicembre? E’ qui che entrano in scena il simpatico clown Bobo e un gatto scombinato, pronti a dare una mano per far felici anche quest’anno i bambini di tutto il mondo. Uno spettacolo che, utilizzando diverse tecniche espressive (attori, pupazzi, video, musica) parla ai bambini di ambiente, di libri, di amicizia, ironizzando su alcuni aspetti della vita contemporanea di grandi e piccini, come il consumismo e il desiderio fine a se stesso. 

Pochi lo sanno ma, chi conta i sorrisi che la primavera trasforma in fiori? Chi va in giro d’estate a piazzare gli arcobaleni di qua e di là? Chi insegna alle foglie a cadere dagli alberi in autunno? E chi ha inventato la neve d’inverno? Le quattro stagioni è lo spettacolo-narrazione scritto e interpretato dall’attrice Pina Irace per i bambini a partire dai 5 anni, in programma domenica 18 dicembre, alle 17. Un Contatore triste, un Arcobalenista stanco, un Domatore distratto e un Inventore matto sono i quattro personaggi che conducono i piccoli in un viaggio attraverso l’alternarsi delle stagioni e le sue trasformazioni dei paesaggi, dei suoni, delle sfumature. Quattro storie di fantasia che coinvolgono i bambini nell’osservazione di tutti i piccoli cambiamenti della natura e catturano la loro fantasia attraverso l’ascolto e la partecipazione diretta.

Questa stagione di Forum Eventi è anche dal vivo: le persone interessate a intervenire agli incontri dovranno iscriversi sul sito del Forum www.forumguidomonzani.it

A registrazione completata si potrà selezionare l’evento a cui si vuole partecipare e prenotare i posti sul sito visualizzando la planimetria; confermando la prenotazione si riceverà un’email riepilogativa con tutte le informazioni per l’ingresso. 

Per accedere è obbligatorio il green pass o un tampone negativo.