Live in Carpi fa suonare in teatro tre band della città

Tupamaros, Flexus, Ride Straight: sono queste le band carpigiane che dal 17 al 19 dicembre saliranno sul palcoscenico del Teatro Comunale. “Un piccolo festival con protagonisti dei musicisti della nostra città. Una sorta di ponte all’insegna della musica tra la fine della prima parte del cartellone teatrale e il doppio appuntamento che ci attende a Capodanno insieme a Paolo Belli”, ha commentato il direttore artistico del Teatro, maestro Carlo Guaitoli.

0
557
Tupamaros

Tupamaros, Flexus, Ride Straight: sono queste le band carpigiane che dal 17 al 19 dicembre saliranno sul palcoscenico del Teatro Comunale per la prima edizione di Live in Carpi. “Un piccolo festival con protagonisti dei musicisti della nostra città. Una sorta di ponte all’insegna della musica tra la fine della prima parte del cartellone teatrale e il doppio appuntamento che ci attende a Capodanno insieme a Paolo Belli”, ha commentato il direttore artistico del Teatro, maestro Carlo Guaitoli. 

I primi a esibirsi saranno i Tupamaros: venerdì 17 ripercorreranno nello spettacolo Coltivatori di sogni 25 anni di attività tra musica e immagini, proponendo le canzoni del nuovo disco Senza paura e i brani classici più conosciuti e amati dai fan. Insieme a Francesco “Grillo” Grillenzoni (voce e chitarra), Stefano Garuti (fisarmonica), Massimiliano Frignani (chitarre), Simone Forghieri (batteria) e Luca Veri (basso) anche attrici e artisti con cui i Tupamaros hanno collaborato: fra loro Cisco, Paolo Enrico Archetti Maestri (Yo Yo Mundi), Roberto Zeno, Rulli Frulli e Arcangelo “Kaba” Cavazzuti.

Flexus

Sabato 18 ad andare in scena saranno i Flexus che presenteranno in anteprima nazionale lo spettacolo Le orchestre non suonano più. Gianluca Magnani (voce e chitarre), Daniele Brignone (basso e cori), Enrico Sartori (batteria e cori), Elde Lini (violoncello) e Davide Vicari (pianoforte, synth e sassofoni) festeggeranno così 20 anni di attività con un viaggio nelle canzoni del nuovo disco e nel repertorio storico della band. I Flexus presenteranno il singolo E allora tu, storie piccole e grandi, romantiche e ironiche, che toccano temi sociali e vita quotidiana. Un mondo musicale dal taglio spesso cinematografico, a tratti felliniano, che sa tingersi di sfumature rock, pop, folk e acustiche. Il concerto sarà arricchito da visual e foto che ne amplificano l’impatto emotivo.

Ride Straight

Live in Carpi si chiuderà domenica 19 dicembre con i Ride Straight, tribute band dei leggendari Dire Straits. Il progetto, ideato da Alessandro Mancini (voce, chitarra solista), nasce nell’agosto del 2020 con l’intento di ricreare le sonorità della carismatica band londinese capitanata da Mark Knopfler. La nuova formazione dei Ride Straight viene resa possibile anche dal fondamentale aiuto del batterista carpigiano Max Po. Il concerto riproporrà il live di On The Night del 1993 rivisitando per intero la scaletta musicale e le sonorità di quegli anni.

Inizio concerti ore 21, ingresso 5 euro a spettacolo, biglietti in vendita da domani, giovedì 25 novembre, a InCarpi (Torre dell’Uccelliera – 059649255).