Omicidio di San Martino in Rio: si è svegliata Sabrina Guidetti

La donna era stata avvelenata. La sua testimonianza potrebbe dare una svolta alle indagini

0
3533

Si è svegliata dal coma Sabrina Guidetti, la 54enne trovata priva di sensi, coi polsi tagliati e narcotizzata, il pomeriggio del 24 aprile a San Martino in Rio, nella Bassa Reggiana.

La donna venne trovata accanto al cadavere del marito Paolo Eletti, 58 anni, ucciso a martellate in testa.

Dell’omicidio dell’uomo, e del tentato omicidio della donna, è accusato il figlio della coppia, Marco Eletti, 33 anni, che attualmente si trova in custodia cautelare in carcere a Modena.

A dare notizia del risveglio di Sabrina sono stati i carabinieri, secondo i quali “le sue condizioni stanno gradualmente migliorando”. I militari del nucleo investigativo che, coordinati dalla pm Piera Cristina Giannusa, stanno svolgendo le indagini, “contano di interrogarla a breve”.

La donna è ricoverata all’ospedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia. La sua testimonianza, qualora ricordasse l’accaduto, potrebbe rivelarsi un elemento chiave.