Covid, casi in aumento nel modenese

“Più il virus circola più per sua natura è portato a mutare quindi, la vaccinazione è l’unica che ci consente di arrestare questo processo”, spiega la professoressa Cristina Mussini, Direttore Malattie Infettive dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena.

0
772
professoressa Cristina Mussini

“Il nuovo aumento dei casi non è una novità. Ormai abbiamo imparato – spiega la professoressa Cristina Mussini, Direttore Malattie Infettive dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena – che qualche settimana dopo una parziale riapertura, si registra un incremento dei casi, in quanto è una malattia che si trasmette per via aerea. In questo caso abbiamo un peggioramento perché sembra che le nuove varianti, in particolare quella inglese, siano più contagiose. La nostra arma migliore per contrastare la mutazione del virus è la vaccinazione. Più il virus circola più per sua natura è portato a mutare quindi, la vaccinazione è l’unica che ci consente di arrestare questo processo”. Al momento i pazienti positivi ricoverati tra Policlinico e Baggiovara sono 213. Di questi, 161 in degenza ordinaria (107 al Policlinico e 54 all’Ospedale Civile) e 52 tra intensiva e semintensiva (38 al Policlinico e 14 a Baggiovara).

Attualmente sono attivi per i pazienti positivi 178 posti letto di degenza ordinaria e 60 posti letto tra intensiva e semintensiva.