Quello che non ti dicono, il rapimento di Carlo Saronio nel libro di Calabresi

Nel suo ultimo libro Mario Calabresi aiuta una donna, Marta, a scoprire chi era davvero suo padre. Carlo Saronio, figlio di una ricca famiglia milanese, fu rapito nel 1975 e morì subito. Lei nacque dopo alcuni mesi. Calabresi è in diretta sul sito e sui social di BPER Banca Forum Monzani domenica 17 gennaio, alle 17.30.

0
1028
Mario Calabresi

L’ultimo libro di Mario Calabresi,Quello che non ti dicono (Mondadori), parla di Carlo Saronio, e l’autore lo presenta in diretta streaming per BPER Banca Forum Eventi domenica 17 gennaio, alle 17.30.
Se si cerca chi fosse Carlo Saronio su Google compaiono, prima del nome, queste due parole: “rapimento di..”. Siamo negli anni Settanta e questo giovane ingegnere e ricercatore, figlio di una delle famiglie più benestanti di Milano, viene rapito dal Fronte Armato Rivoluzionario Operaio, una delle tante sigle di estrema sinistra che hanno deciso di imbracciare le armi. Saronio viene rapito per finanziare le attività eversive del gruppo. Ci furono tanti casi simili in quel periodo: a volte i rapimenti duravano solo pochi giorni o poche ore. Quella volta finì male: la vittima del sequestro morì poco dopo il rapimento, per una dose eccessiva di cloroformio, e i suoi carnefici portarono avanti lo stesso la trattativa con la famiglia, ovviamente senza dire nulla della morte, per farsi pagare il riscatto. I resti del giovane verranno ritrovati solo nel novembre 1978, seppelliti sotto il greto di un fosso.

Una storia triste e inquietante quella raccontata da Calabresi, che fotografa benissimo la cappa di piombo che si respirava in quegli anni, con la spasmodica ricerca di Carlo Saronio, fin da ragazzino, di trovare una propria dimensione, uscendo dalla gabbia dorata che gli avevano regalato i genitori.
Saronio è morto non sapendo che sarebbe diventato padre e la figlia, Marta, non ha mai saputo nulla di lui. Ma non si può vivere in eterno con i fantasmi, arriva sempre il giorno in cui è necessario fare i conti con le memorie, anche le più dolorose. Così Calabresi comincia un viaggio alla ricerca delle tracce di quel ragazzo che viveva sospeso tra due mondi inconciliabili, che trovò il coraggio di scegliere la sua strada quando era troppo tardi. Scavando nei ricordi di una Milano in cui il passato è ancora presente tra noi, è riuscito a riannodare i fili di una storia mai raccontata che appartiene a tutti.

E’ possibile seguire gli incontri con l’autore di Forum Eventi in diretta sulla pagina Facebook BPER Banca Forum Monzani sul sito http://www.forumguidomonzani.it
o dall’account twitter @GruppoBPER_PR