“Liberiamoci dalle catene”

Il giovane cantautore carpigiano Vero, al secolo Pietro Contini, ha pubblicato il suo nuovo album intitolato Sindrome di Stoccolma. “E’ un invito a liberarsi da tutte le forme di dipendenza psicologica del nostro tempo”.

0
727
Vero, al secolo Pietro Contini

E’ uscito il nuovo album di Vero, al secolo Pietro Contini, cantautore carpigiano classe ’98, disponibile su Spotify, Apple Music e tutte le piattaforme digitali. Il nuovo disco, che arriva dopo l’album d’esordio Frammenti pubblicato nel 2019, è ancora una volta un viaggio introspettivo attraverso la musica e le parole, ma stavolta è ispirato a un particolare stato di dipendenza psicologica e/o affettiva che si instaura tra vittima e carnefice noto come Sindrome di Stoccolma.

Vero, come è nata l’idea di questo album e perché hai scelto una tematica così particolare?

“L’idea è nata due anni fa, quando ho scoperto per la prima volta la Sindrome di Stoccolma, una malattia psicologica in cui l’ostaggio di un rapimento nutre sentimenti d’affetto e persino di riconoscenza verso il rapitore. Un riflesso psicologico non ancora ben chiaro che mi ha colpito e ispirato moltissimo. Ho voluto estendere questo concetto ad alcuni ambiti della vita contemporanea, alcuni dei quali rischiano di intossicarci psicologicamente e non solo. Ho applicato questa idea in particolare al denaro e alle relazioni affettive non sane. E’ stata un’occasione per guardarmi dentro ancora di più, per pormi domande con la speranza di compiere in futuro scelte migliori”.

Con chi hai lavorato all’album?

“L’album è stato prodotto da Lorenzo Morselli per Progetto Bridge, studio di professionisti che produce video musicali, aziendali e wedding. Contiene 10 tracce basate sui temi prima citati. Ci sono musicalità pop, elettroniche e acustiche. In due tracce, l’Intro e l’Outro, ovvero la prima e l’ultima, compare la voce di Riccardo Tsulis come interprete teatrale. La traccia numero 7 è stata fatta in collaborazione con Ilenia Negri, in arte Ylenia, cantante carpigiana. Abbiamo lavorato sodo per due anni. La pandemia ha rallentato il progetto ma il 19 dicembre siamo riusciti a pubblicarlo, ed è disponibile anche su Youtube sul mio canale Official VERO, un visual album, con contenuti artistici per ogni traccia del disco”.

Che progetti hai per questo 2021 dall’inizio incerto?

“Per il 2021 ho tanti nuovi progetti musicali a cui sto già lavorando, compresa la realizzazione, già avviata, di un mio studio musicale. Inoltre, non vedo l’ora di poter cantare in un contesto live non appena questo momento difficile sarà superato. Sono attivo sui social, soprattutto Instagram: @theofficialvero e su Spotify”.

Chiara Sorrentino