Aumentano le cremazioni e i cimiteri devono adeguarsi: lavori per 100mila euro

Nuove cellette per urne cinerarie e ossari, oltre a interventi di manutenzione straordinaria, per 100mila euro di fondi comunali: sono i lavori in programma nei cimiteri carpigiani, approvati dalla Giunta di Carpi.

0
298

Nuove cellette per urne cinerarie e ossari, oltre a interventi di manutenzione straordinaria, per 100mila euro di fondi comunali: sono i lavori in programma nei cimiteri carpigiani, approvati dalla Giunta di Carpi.
In particolare, nei cimiteri frazionali saranno realizzate blocchi prefabbricati di cellette-ossari, per un totale di circa 325 loculi, simili a quelli che furono realizzati nel cimitero urbano: struttura in vetroresina con rivestimento esterno e lapidi in marmo bianco di Carrara.
Queste nuove realizzazioni si rendono necessarie perché negli ultimi anni, essendo sempre più diffusa la pratica di far cremare le salme, è molto aumentata la domanda di cellette per urne cinerarie e ossari. E tale esigenza è particolarmente forte nei cimiteri di Budrione, Cortile, Fossoli, Gargallo, Migliarina, San Marino, San Martino Secchia e Santa Croce.
L’operazione assorbirà circa l’80% della somma impegnata; i restanti 20mila euro serviranno per più piccoli interventi manutentivi: sistemazione di murature e intonaci esterni nei porticati del Cimitero Urbano; intervento sull’impianto idraulico del cimitero di San Marino; sistemazione delle scale in quello di Migliarina.
Quanto ai tempi, si prevede di aggiudicare le opere entro la fine dell’anno.