Le sostanze naturali da usare in via preventiva rispetto al Covid-19

La natura che cura, la rubrica del farmacista Vitor Chiessi.

0
864

In attesa del vaccino e della seconda ondata del virus, la comunità scientifica sta cercando di organizzarsi e fornire cure valide. Anche nel campo della fitoterapia sono già molte le ricerche svolte sulle persone, rivelandosi un valido aiuto almeno per alleviare i sintomi. Dopo una conference call in Regione Toscana e Lombardia con i colleghi cinesi dell’ospedale del Wang Dong è emersa la possibilità di utilizzare la medicina tradizionale cinese nei pazienti affetti da sintomi lievi di Coronavirus.
L’esperienza cinese ha riguardato 120 pazienti con sintomi lievi di Covid-19 che sono stati curati con metodi standard e poi con medicina tradizionale cinese: i risultati sono stati molto interessanti. Si conferma quindi la possibilità di utilizzare con buon risultato le sostanze naturali (ad esempio il ginseng, la scutellaria e l’astragalo) in pazienti con sintomi lievi da Coronavirus e sottoposti prima a un trattamento standard. Anche in pazienti con sintomi lievi che hanno utilizzato solo la medicina tradizionale cinese e nessun altro metodo occidentale si è visto un buon risultato rispetto all’infezione da Coronavirus.

Ma quali sono le sostanze naturali che possiamo utilizzare in via preventiva rispetto al Covid-19?
Ginseng americano: è un tonico per la tosse, utile anche contro la fatica e la stanchezza. Astragalo: adattogeno, utilizzato per le lesioni polmonari e immunomodulante.
Scutellaria: utile soprattutto quando si ha la febbre.
Rodiola: per avere un valido rinforzo in presenza di difficoltà respiratoria.
Si possono utilizzare tranquillamente, non hanno effetti collaterali e indesiderati e danno una mano alle possibilità terapeutiche che possiamo fare in casa.
In quali altri modi possiamo “dare una mano” al nostro organismo?
E’ fondamentale dormire bene, almeno 7 ore di riposo aiutano a mantenerci in salute; mangiare frutta e verdura del tipo: liquirizia, aglio, cipolla e mela che contengono quercitina e zinco che riducono l’attività virale; Utilizzare vitamina C e D; Utilizzare la curcuma che contiene la curcumina; Tè verde, che contiene una sostanza anti infiammatoria importante; frutta secca che contiene olio, proteine, e micerina. Questi alimenti vanno consumati 3/5 volte al giorno.