Cassa Depositi e Prestiti supporta la crescita di Liu Jo con un finanziamento di 15 milioni di euro 

Cassa Depositi e Prestiti ha sostenuto i piani di crescita di Liu Jo attraverso un contratto di finanziamento di complessivi 15 milioni di euro. Le risorse hanno come obiettivo principale il completamento del piano di investimenti finalizzato all’innovazione di prodotto e alla crescita dimensionale ed internazionale del Gruppo. 

0
766
Marco Marchi, Amministratore Unico di Liu Jo

Cassa Depositi e Prestiti ha sostenuto i piani di crescita di Liu Jo attraverso un contratto di finanziamento di complessivi 15 milioni di euro. Le risorse hanno come obiettivo principale il completamento del piano di investimenti finalizzato all’innovazione di prodotto e alla crescita dimensionale e internazionale del Gruppo.
Liu Jo Spa, storica azienda di produzione e commercializzazione di capi di abbigliamento di tendenza e relativi accessori, nasce nel 1995 a Carpi, distretto italiano d’eccellenza per la maglieria. Oggi è un brand del fashion italiano di fascia premium riconosciuto a livello internazionale, che offre un’ampia gamma di capi d’abbigliamento e prodotti quali borse, scarpe e accessori cui si affiancano numerose collezioni in licenza tra cui quelle gioielli, arredamento, profumi e occhiali.
Il Gruppo, con un fatturato di circa 400 milioni di euro ed un organico di quasi 800 dipendenti, può contare su una ramificata presenza nazionale e internazionale che lo vede presente in 48 nazioni e 4 continenti, grazie a una rete distributiva che conta circa 510 punti vendita monomarca e oltre 6200 multimarca nel mondo.
Grazie all’intuizione del suo fondatore Marco Marchi, il Gruppo ha lanciato il progetto “Eccellenze Italiane”, che ha portato a fine 2019 all’acquisizione del Gruppo Blufin e dei suoi storici marchi (Blumarine, Blugirl, Anna Molinari e Be Blumarine), presenti nel mondo all’interno di oltre 500 punti vendita, di cui 31 tra boutique e shop monomarca.
La solidità economica e patrimoniale del Gruppo ha consentito di affrontare l’emergenza epidemiologica Covid-19, mantenendo invariato il Piano di investimenti finalizzato ad un’ulteriore crescita ed espansione.
“Il supporto a Liu Jo – commenta Nunzio Tartaglia, Responsabile Divisione CDP Imprese – risponde alla volontà di CDP di affiancare le migliori Mid Cap italiane, che intendono sostenere la qualità del “Made in Italy’’ in Italia e nel mondo. Negli anni Liu Jo ha saputo costruire un invidiabile posizionamento competitivo ed un brand fortemente conosciuto, grazie alle capacità manageriali del suo fondatore Marco Marchi che da sempre ha investito in innovazione di prodotto, ricerca e sviluppo di nuovi materiali, iniziative di marketing e nella corretta combinazione di capacità economiche e produttive. Tutto questo ha consentito al Gruppo di intraprendere un percorso di costante crescita, che siamo sicuri proseguirà, nonostante l’attuale contesto emergenziale, anche grazie al nostro supporto che ci vede sempre più vicino alle imprese e al territorio”.

“L’incontro con Cassa Depositi e Prestiti – dichiara Marco Marchi, Amministratore Unico di Liu Jo – rappresenta la volontà della nostra azienda di voler ampliare la platea dei partner e stakeholder finanziari attenti ai nostri progetti di crescita e di voler essere ambasciatori del “Made in Italy” nel mondo. Sono stato sin da subito entusiasta dell’avvio dei rapporti, in quanto credo fortemente nella missione istituzionale di vicinanza alle imprese ed ai territori che CDP sta mettendo in atto attraverso la sua nuova organizzazione ma soprattutto le sue persone. L’operazione recentemente conclusa dimostra l’attenzione e disponibilità avuta da CDP nell’ascoltare le nostre esigenze, mettendo a nostra disposizione tutti gli strumenti che potessero soddisfarle, ma anche la capacità di saper valutare il nostro business ed i nostri piani industriali, offrendo consulenza e supportandoci in questa fase delicata di ripresa post Covid-19. Possiamo quindi proseguire con serenità nei nostri piani di crescita economica e dimensionale, con l’auspicio che sia solo un primo passo per una relazione che andrà sicuramente a consolidarsi in futuro, su basi di reciproca soddisfazione”.