Suona la campanella: si torna in classe!

A Carpi gli studenti delle scuole superiori saranno quasi 4.600.

0
421
Liceo Fanti

La campanella dell’inizio dell’anno scolastico 2020-2021 suona questa mattina per oltre 34mila studenti delle scuole superiori modenesi, secondo le modalità e le articolazioni di orario previste dai dirigenti scolastici, al fine di rispettare le regole anti Covid-19 in particolare quelle sul distanziamento.
Più precisamente gli studenti superiori saranno 34.636 suddivisi in 1.490 classi con un aumento di 614 iscritti rispetto all’anno scolastico passato; cinque anni fa gli studenti erano 32.207, mentre dieci anni fa erano 28.840 e le classi 1.264.
A Modena gli studenti saranno quasi 15.000, a Carpi quasi 4.600, a Sassuolo oltre 5.400, a Mirandola e Finale Emilia oltre 4.100, a Pavullo oltre 1.500, a Vignola quasi 3.500 e oltre 700 a Castelfranco Emilia.
Per quanto riguarda gli studenti delle prime classi, il numero maggiore di ragazzi pari al oltre il 58 per cento, frequenterà gli istituti tecnici e professionali, un dato tra i più alti a livello nazionale e regionale; gli iscritti ai licei sono quasi il 42 per cento degli iscritti in prima, a fronte di un dato nazionale di oltre il 56 per cento e regionale al 46 per cento.
Sono conclusi gran parte degli interventi della Provincia per adeguare gli edifici scolastici superiori sulla base delle modalità di svolgimento delle attività didattiche decise dai dirigenti scolastici, al fine di rispettare i protocolli anti Covid-19 sui distanziamenti, sull’entrata e l’uscita dalla scuola per evitare assembramenti, sull’areazione dei locali e sulle norme igieniche.
L’investimento complessivo è stato di un milione e 850 mila euro, in gran parte finanziati con un fondo straordinario del Governo e 200 mila euro della Provincia.
Sono stati realizzati diversi lavori di abbattimento di tramezzi per ampliare gli spazi o adattare spazi ad uso didattico, fino al potenziamento dei servizi igienici per garantire il rispetto delle regole sanitarie e al rifacimento degli infissi per migliorare l’areazione in classe.
Tra i lavori conclusi spiccano quelli per creare nuovi spazi compreso il Vallauri di Carpi.
Per garantire ulteriori aule alle scuole con maggiori difficoltà di spazi e per assicurare il rispetto delle regole sui distanziamenti in classe, la Provincia, in accordo con i dirigenti scolastici, ha programmato l’utilizzo di aule di un istituto da parte di studenti di un’altra scuola in emergenza, nelle vicinanze.
A Carpi quattro aule del Vallauri saranno a disposizione del Fanti.
Con le ultime risorse assegnate dal ministero dell’Istruzione ad agosto, pari a 350 mila euro, la Provincia sta avviando interventi per la sistemazione di aree cortilive, al fine di evitare assembramenti e favorire l’utilizzo di scale di emergenza per agevolare l’ingresso e l’uscita studenti in sicurezza. Tali interventi saranno ultimati entro settembre.