Topi in zona Peruzzi? “Il Comune sta facendo la sua parte”

Il portavoce del sindaco Simone Tosi risponde alla lettera giunta alla Redazione di Tempo relativamente alla massiccia presenza di topi in zona viale Peruzzi.

0
1278

Spettabile Redazione, in risposta alla segnalazione di alcuni cittadini circa la presenza di topi in zona viale Peruzzi, l’Amministrazione Comunale precisa innanzitutto di aver già risposto – per iscritto, in data 29 luglio 2020 – a uno di questi residenti, che disse di farsi “portavoce dei residenti della zona”: pertanto o tale persona poi non riferì agli altri della dettagliata risposta avuta dal Comune, o ci sono più “gruppi di cittadini” che agiscono l’uno all’insaputa dell’altro, qualcuno lanciando accuse anonime, tanto generiche quanto infondate – soprattutto inutili.
Fatta questa doverosa premessa, ripetiamo volentieri quanto già spiegato, sottolineando che ovviamente l’Amministrazione può rispondere solo per quanto di propria competenza.
1. Nella vasta area in questione il Comune aveva già collocato otto trappole con veleno;
2. a fronte di un aumento di casi, in luglio era già stata richiesta una derattizzazione
straordinaria alla ditta incaricata, per collocare ulteriori sei trappole sempre in quell’area;
3. poiché questi trattamenti hanno la durata di un mese – con controllo e ricarica settimanale – il Settore Ambiente aveva spiegato al cittadino scrivente che «verificheremo alla fine di agosto il risultato ottenuto».
4. l’area delle scuole superiori è di pertinenza della Provincia, alla quale il Comune – che appunto non ha accesso – ha chiesto a suo tempo di intervenire.
A chi poi interessa anche capire cause e concause, va detto che quest’anno si sono verificate condizioni senza precedenti, come la chiusura delle scuole causa Covid-19, che ha creato un ambiente favorevole ad annidamenti nelle aree verdi scolastiche (poco rumore, ristagni d’acqua); e come l’inizio di alcuni cantieri edili (autostazione, Centro Anziani), i quali comportano sempre un allontanamento degli animali, che si spostano in zone limitrofe più tranquille; da ricordare inoltre la presenza in zona dell’orto di un circolo (fonte di alimento nel periodo estivo), di un boschetto e del cimitero.
Simone Tosi, portavoce del sindaco