Viola dona i suoi capelli

“Invito altre persone a fare questo gesto gratuito perché tanto poi ricrescono. E lo si fa per persone che ne hanno bisogno”. Viola Vellani, 17 anni, ha donato i suoi capelli affinché possano essere realizzate delle parrucche per le pazienti oncologiche.

0
867
Viola prima e dopo il taglio dei capelli

Si è documentata a lungo, per più di un anno, perché non è certo una persona che prende le cose alla leggera, non è nel suo carattere. Riflessiva e riservata, Viola Vellani è una ragazza carpigiana di diciassette anni ma dà dimostrazione di grande maturità. Al telefono racconta come le sia venuta in mente questa idea, così distante da certi esempi di cui altri adolescenti sono diventati protagonisti. “E’ successo un anno fa, dopo aver letto sul sito di Avis Emilia Romagna un articolo che parlava della possibilità di donare i propri capelli affinché potessero essere utilizzati per realizzare parrucche per le pazienti oncologiche. Ho iniziato a pensare.

I capelli sono talmente legati all’identità della persona che il gesto della rasatura ha rappresentato un’umiliazione per i prigionieri dei campi di concentramento per fare un esempio di storia recente. Ho riflettuto su come mi sarei sentita io senza capelli. Così ho iniziato a fare ricerche per informarmi sulla donazione dei capelli e ho costruito il mio percorso in completa autonomia”. Cosa fare e come farlo lo ha scoperto su Internet. “Sono stata io a spedire la mia treccia di capelli tramite un pacco postale alla sede di Roma di Tricostarc, studio specializzato nella realizzazione e vendita di parrucche di capelli veri dopo averli tagliati, accompagnata da mia sorella Ines, dal mio parrucchiere Marco Borgatti, del salone Il Conte Rosso.

Tricostarc permette a chi dona di mandare un messaggio a chi riceverà la parrucca in modo tale da stabilire un contatto ed è quello che vorrei”.

E’ da un anno che Viola lascia crescere i suoi bellissimi capelli castani che oggi sono lunghi 70 centimetri perché per una donazione utile bisogna tagliarne almeno 25 cm. “E’ la prima volta che li taglio corti, alle spalle” ammette.

“Su Instagram seguo la blogger Martina Rodini che ha combattuto la sua battaglia contro il tumore. In un post ha voluto ringraziare chi ha saputo restituirle personalità e femminilità dopo che aveva perso i capelli a causa della chemioterapia. Ho provato il desiderio di rendere altrettanto felice un’altra donna e così… eccomi qua”. Viola è davvero una ragazza molto sensibile e con le idee chiare su ciò che vuole fare della sua vita: “studierò Psicologia ma per ora mi devo concentrare sul Liceo e sulla maturità che mi aspetta la prossima estate. Invito altre persone a fare questo gesto gratuito perché tanto i capelli poi ricrescono. E lo si fa per persone che ne hanno bisogno”.

Sara Gelli