Coronavirus, 26.175 i positivi in Emilia Romagna, 159 in più di ieri

Coronavirus, 26.175 i positivi in Emilia Romagna, 159 in più di ieri, incremento fra i più bassi in assoluto. 196 i nuovi guariti, che salgono a 13.525. Continua il calo dei casi attivi, scesi a 8.984 (-61). Per un totale di 4.541 guariti in più rispetto ai malati effettivi. Salgono a 200.427 i tamponi effettuati: 3.352 in più rispetto a ieri. I pazienti in terapia intensiva sono 199,  un numero di poco superiore a quello di ieri (+2). Diminuiscono quelli ricoverati negli altri reparti Covid (- 29). I nuovi decessi sono 24. Oggi Modena raggiunge quota 3.747 (10 in più di ieri), di cui 4 a Carpi che giunge a 510 positivi (i decessi in città sono già 59).

0
1069

In Emilia Romagna, dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus si sono registrati 26.175 casi di positività,159 in più rispetto a ieri: incremento fra i più bassi in assoluto fra quelli registrati finora. I test effettuati hanno raggiunto quota 200.427 (+3.352).
Le nuove guarigioni oggi sono 196 (13.525 in totale), mentre continuano a calare i casi attivi, e cioè il numero di malati effettivi a oggi: -61, passando dai 9.045 registrati ieri ai 8.984 odierni. Per un differenziale fra guariti complessivi e malati effettivi di 4.541, fra i più alti nel Paese.
Le persone in isolamento a casa, cioè quelle con sintomi lievi, che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 6.076, -55 rispetto a ieri. I pazienti in terapia intensiva sono 199,  un numero di poco superiore a quello di ieri (+2). Diminuiscono quelli ricoverati negli altri reparti Covid (- 29).
Le persone complessivamente guarite salgono quindi a 13.525 (+196): 3.135 “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 10.390 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi.
Purtroppo, si registrano 24 nuovi decessi: 12 uomini e 12 donne. Complessivamente, in Emilia-Romagna sono arrivati a 3.666.
I nuovi decessi riguardano 7 residenti nella provincia di Piacenza, 1 in quella di Parma, 1 in quella di Reggio Emilia, 3 in quella di Modena, 5 in quella di Bologna (nessuno nell’imolese), 4 a Ferrara, 1 a Ravenna, 1 in quella di Forlì-Cesena (nel territorio cesenate), 1 nel riminese. Nessun nuovo decesso da fuori regione.
Questi i casi di positività sul territorio, che invece si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 4.251 a Piacenza (37 in più rispetto a ieri), 3.227 a Parma (23 in più), 4.778 a Reggio Emilia (13 in più), oggi Modena raggiunge quota 3.747 (10 in più di ieri), di cui 4 a Carpi che giunge a 510 positivi (i decessi in città sono già 59), 4.204 a Bologna (40 in più), 386 le positività registrate a Imola (come ieri), 938 a Ferrara (4 in più). In Romagna sono complessivamente 4.644 (32 in più), di cui 986 a Ravenna (nessuna variazione rispetto a ieri), 910 a Forlì (6 in più), 712 a Cesena (17 in più), 2.036 a Rimini (9 in più).
“Le nostre azioni a partire da oggi non devono comportare una ripresa della crescita dei casi, perché questo sarebbe devastante da ogni punto di vista e ci metterebbe in ginocchio. Abbiamo bisogno della responsabilità e dei comportamenti virtuosi di ognuno. Non possiamo ribloccare tutto perché questo Paese andrebbe a fondo. Non c’è bisogno di fare terrorismo. Occorre motivare le persone: la responsabilità è nelle loro mani. In quel fiume che faticosamente stiamo guadando oggi siamo ai passi finali. Spero che quelli che dovremo affrontare ancora siano solo rigagnoli”, ha sottolineato il commissario ad acta per l’Emergenza Coronavirus, Sergio Venturi.