Banco Bpm dona all’Azienda Usl di Modena 5 auto attrezzate per l’assistenza domiciliare dei pazienti Covid-19

Le auto serviranno alle Unità Speciali di Continuità Assistenziale (USCA) che operano nei sette Distretti della Provincia di Modena e affiancano il lavoro dei Medici di medicina generale, Pediatri di libera scelta e Medici di continuità assistenziale.

0
453

Banco Bpm dona all’Azienda Usl di Modena cinque autovetture attrezzate per l’assistenza domiciliare di pazienti Covid-19 positivi, isolati o dimessi dagli ospedali.
L’istituzione delle Unità Speciali ha consentito di rafforzare la gestione dell’assistenza sanitaria per l’epidemia da coronavirus intervenendo lì dove oggi si concentra il maggior bisogno, vale a dire sul territorio. La necessità di auto, che andranno a potenziare ulteriormente quest’attività, è stata condivisa come priorità strategica da tutti gli attori coinvolti nel Centro di coordinamento dei soccorsi provinciale e la pronta risposta di Banco BPM ne ha consentito l’acquisto in tempi rapidissimi, a tutto vantaggio dei cittadini modenesi.
“Questa iniziativa – commenta Stefano Bolis, responsabile Direzione Territoriale Emilia Adriatica di Banco Bpm – rientra nell’ampio quadro di azioni messo in campo a livello nazionale dal Gruppo Banco Bpm con donazioni per 3,5 milioni di euro. Sul territorio, insieme alla Fondazione Banco San Geminiano e San Prospero, abbiamo già sostenuto la Protezione Civile dell’Emilia Romagna per l’acquisto di presidi sanitari protettivi utili al contenimento del contagio e continueremo a impegnarci con azioni concrete che siano d’immediato supporto alla nostra comunità”.