Coronavirus, 11.588 i casi positivi in Emilia Romagna, 772 in più di ieri

Coronavirus, 11.588 i casi positivi in Emilia Romagna, 772 in più di ieri. I pazienti in terapia intensiva sono 308, 7 in più di ieri. Aumentano i decessi, che arrivano a 1267: 93 in più. Modena oggi arriva a quota 1.772 (96 in più) di cui 11 a Carpi che giunge a 255 positivi e dove 1 persona è morta (i decessi nella nostra città sono già 21).

0
1364

Sono 11.588 i casi di positività al Coronavirus, 772 in più di ieri. 47.798 i test refertati, 5.403 in più sempre rispetto a ieri, “di questi solo 2.130 sono positivi. Un segno davvero positivo circa l’evoluzione di questa infezione”, ha sottolineato il commissario ad acta per l’Emergenza Coronavirus, Sergio Venturi.
Complessivamente, sono 5.057 le persone in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi, che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (377 in più rispetto a ieri); aumentano di poche unità – come si sta verificando negli ultimi giorni – quelle ricoverate in terapia intensiva, che sono 308, 7 in più rispetto a ieri. I decessi sono passati da 1.174 a 1.267: 93, quindi, quelli nuovi, di cui 59 uomini e 34 donne.
I nuovi decessi riguardano 25 residenti nella provincia di Piacenza, 13 in quella di Parma, 16 in quella di Reggio Emilia, 15 in quella di Modena, di cui 1 a Carpi, 13 in quella di Bologna (di cui 2 nel territorio imolese), 2 in quella di Ferrara, 1 in quella di Ravenna, 3 in quella di Forlì-Cesena (2 nel territorio di Forlì), 5 in quella di Rimini.
“I decessi – sottolinea Venturi – non sono numeri, ma persone! Se qualcuno ci avesse detto che avremmo avuto così tanti morti in poco più di un mese non ci avrebbe creduto nessuno. Ecco perché dobbiamo stringerci tutti virtualmente la mano e ricordarli. E in loro memoria, tutti insieme, dobbiamo combattere questa guerra. Onoriamoli remando nella stessa direzione”.
Salgono le guarigioni, che raggiungono quota 960 (168 in più rispetto a ieri), 806 delle quali riguardano persone “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione; 154 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi (+30 rispetto a ieri).
Questi i casi di positività sul territorio: Piacenza 2.276 (63 in più rispetto a ieri), Parma 1.690 (79 in più), Reggio Emilia 1.861 (163 in più), Modena 1.772 (96 in più) di cui 11 a Carpi che giunge a 255 positivi e dove 1 persona è morta (i decessi nella nostra città sono già 21), Bologna 1.185 (+151più rispetto a ieri, e 228  Imola, 9 in più), Ferrara 244 (32 in più rispetto a ieri), Ravenna 488 (37 in più), Forlì-Cesena 580 (di cui 278 a Forlì, 37 in più rispetto a ieri, e 302 a Cesena, 30 in più), Rimini 1.264 (75 in più).
Da Piacenza a Rimini, continua senza sosta il lavoro all’interno della rete ospedaliera per attuare il piano di rafforzamento dei posti letto disposto dalla Regione. Da ieri a oggi, sono 88 i posti letto allestiti per i pazienti colpiti da Coronavirus, che complessivamente passano da 4.630 a 4.718, tra ordinari (4.198, +82) e di terapia intensiva (520, +6).
Nella serata di ieri sono pervenute dal Dipartimento nazionale protezione civile al magazzino della sanità di Reggio Emilia: 237.000 mascherine Montrasio, 114.320 mascherine ffp2, 11640 tute.
“Dobbiamo migliorare di molto le nostre dotazioni”, ha dichiarato Venturi.

“Noi ce la faremo perché abbiamo la forza per farlo. Ora dobbiamo tirare via il virus dalle case e dobbiamo fare di più”, conclude Venturi.