Quando la matematica fa rima con divertimento

0
285

Logica, intuizione e fantasia è questo lo slogan coniato dagli organizzatori del Centro Pristem dell’Università Bocconi di Milano, perché è vero che i Campionati Internazionali di Giochi Matematici sono delle gare matematiche ma, per affrontarle, non è necessaria la conoscenza di alcun teorema particolarmente impegnativo o di formule particolarmente complicate. Occorrono invece una gran voglia di giocare, un pizzico di fantasia e quell'intuizione che fa capire come un problema apparentemente difficile sia in realtà più semplice di quanto si possa pensare. “A partire dal 2000 l’Itis Leonardo da Vinci di Carpi è stato scelto dall’Università Bocconi come sede per le semifinali per la provincia di Modena, insieme al Fermi di Modena. La gara della nostra città – spiega la professoressa Monia Mussini, organizzatrice a livello locale dell’evento – si è svolta sabato 16 marzo e ha visto la partecipazione di 158 concorrenti, 30 in più dello scorso anno, di tutte le età, provenienti da Carpi e dai comuni limitrofi. Tutto avviene in un clima di grande allegria, perché la matematica può – e deve – essere affrontata anche in questo modo! E’ sempre gratificante per noi adulti vedere come tanti ragazzi e ragazze, di ogni età, abbiano voglia di mettersi in gioco con entusiasmo. E’ davvero la migliore delle ricompense”.

I vincitori – Categoria C1 (prima e seconda media):  Luca  Bonelli (69 iscritti).

Categoria C2 (terza media e prima superiore): Denis Tusca (51 iscritti).

Categoria L1 (seconda, terza, quarta superiore): Leonardo  Arisi (18 iscritti).

Categoria L2 (quinta superiore e biennio università): Andrea Raimondi (14 iscritti).

Categoria GP (grande pubblico riservato agli adulti, dal 3° anno di Università ai 99 anni): Luca Ferrari (6 iscritti).

L’iniziativa si è svolta con il patrocinio del Comune di Carpi e con il contributo di enti, imprese e case editrici: CMB, Grandi Salumifici Italiani, Assicoop – UnipolSai, la casa editrice Zanichelli, la casa editrice Loescher, l’Agenzia Libri Aperti. Durante la cerimonia di premiazione, che si è svolta il pomeriggio stesso della gara presso la sede del Vinci, sono stati consegnati ai concorrenti meglio classificati premi e riconoscimenti. “Il valore della cultura – ha sottolineato il dirigente scolastico Marcello Miselli – è trasversale, quindi, quest’anno,  così come nelle precedenti edizioni, i premi sono principalmente libri di argomento scientifico e umanistico, dal momento che     questa iniziativa vuole ribadire l’importanza della cultura. Di tutta la cultura, vissuta anche, quando possibile, in forma di gioco. Ringrazio tutti gli insegnanti che, con la loro preziosa opera, hanno contribuito alla realizzazione e al successo dell’iniziativa, e soprattutto i concorrenti per la loro partecipazione e il loro entusiasmo”. L’elenco dei concorrenti ammessi alla finale di Milano verrà comunicato nelle prossime settimane dall’Università Bocconi e attraverso il sito dell’Itis Leonardo da Vinci.

J.B.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here