Le Piva della comunicazione

0
381

Donne e libere professioni, un binomio ancora difficile e non molto esteso in Italia. Ma le imprese che sorgono divengono spesso dei modelli da seguire. A Carpi è nato da qualche mese lo spazio Colombo 33. Oltre le idee: un progetto che nasce dall’unione di più professioniste (le “PIVA” come amano definirsi) tutte appassionate e diversamente esperte di comunicazione e merchandising, che si spartiscono oneri e onori, collaborando tra loro per offrire soluzioni e consulenze ai clienti e dividendosi al contempo le spese di affitto e utenze. Ma non solo. Colombo 33. Oltre le idee è anche una factory in cui trovarsi per workshop, attività culturali e di approfondimento nell’ambito della comunicazione.

La fondatrice è Alessandra Luppi, titolare di Eutopia, che occupa di Comunicazione e Marketing per aziende, pubbliche amministrazioni e attività commerciali. Con lei, all’interno della factory collaborano tante professioniste: grafica, fotografa, illustratrice, organizzatrice di eventi… Ma lo staff è in costante crescita ed evoluzione. “Colombo 33 è uno spazio aperto – commenta Alessandra – a nuove idee e contributi. Non ci poniamo limiti”.

Alessandra, fare rete è un’opportunità o un’esigenza per le donne che vogliono esercitare la libera professione?

“Non è fondamentale ma aiuta molto, soprattutto se si lavora in un ambito in cui le competenze richieste sono molto varie e articolate. Nel campo della comunicazione per poter competere con le agenzie di comunicazione grandi e strutturate diventa un’esigenza, ma anche quando i settori sono diversi possono nascere collaborazioni proficue che permettono di crescere sotto tutti i punti di vista. Al giorno d’oggi nessuno resiste e si salva da solo”.

Che “PIVA” sei?

“Sono una PIVA con un movimentato percorso da dipendente alle spalle che mi ha permesso di crescere e di smaliziarmi su tanti aspetti che riguardano la gestione aziendale. Subito dopo il diploma tecnico all’Itis Da Vinci sono entrata in un’azienda del settore della distribuzione automatica e ho svolto varie mansioni: dal centralino alla contabilità, passando per l’assistenza al cliente e l’area commerciale, fino a quando, nel 2006, un’esperienza di meditazione che mi ha particolarmente ispirata mi ha fatto riscoprire una passione che nutrivo da bambina e che avevo tenuta accantonata in un angolo della mia mente: quella per la comunicazione. Da lì, continuando a lavorare come dipendente, mi sono iscritta alla facoltà di Scienze della Comunicazione e ho iniziato a frequentare workshop di marketing in varie zone del Nord Italia. Ho vissuto e lavorato a Milano per due anni come social media marketing, poi sono passata in un’agenzia di Reggio Emilia e, infine, la svolta è avvenuta quando ho vinto un bando indetto dal Comune di Novi per aprire una start-up innovativa. E’ nata così Eutopia, la mia ditta individuale di consulenze e servizi per aziende pubbliche e private, specializzata in nuovi media. E io sono diventata una PIVA! Creativa, motivata, e sempre piena di idee. Noi donne siamo speciali. A volte nutriamo dubbi e timori che dipendono anche dal contesto sociale e lavorativo, ma quando troviamo il coraggio di lanciarci in nuovi progetti siamo capaci di grandi cose”.

Chiara Sorrentino

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here