Premiate a Carpi le scuole digitali

0
384

C’è una scuola sempre più digitale che si fa strada in un Paese in cui con estrema lentezza si investe in innovazione e futuro. Lo scorso 11 ottobre Carpi ha ospitato, presso l’Auditorium San Rocco, il Premio Scuola Digitale 2018, l’iniziativa del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della ricerca (Miur) che ha incaricato il Liceo Fanti dell’organizzazione degli eventi finali a cui hanno partecipato scuole delle province di Modena, Reggio Emilia, Parma e Piacenza. “L’intento del Premio Scuola Digitale – spiega la preside del Liceo Fanti, Alda Barbi – è quello di promuovere l’eccellenza delle scuole italiane nell’apprendimento e nell’insegnamento della didattica digitale, incentivando l’utilizzo delle tecnologie e favorendo l’interscambio delle esperienze nel settore dell’innovazione”.

La competizione tra scuole, riservata alle istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado, risponde a questi obiettivi e nel corso degli eventi finali (11 ottobre a Carpi, 12 ottobre a Parma) del Premio Scuola Digitale 2018, sono stati presentati i cinque progetti selezionati per ogni provincia. Ad assegnare il primo premio per ciascuna provinciaè stata una giuria formata da esperti del mondo della scuola, del digitale, del territorio e dell’industria presieduta a Carpi da Silvia Menabue, dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Modena e composta da Giacomo Cabri del Dipartimento di Scienze fisiche, Informatiche e Matematiche di Unimore, Milena Saina, assessore alle Politiche giovanili con delega ai Servizi informatici, Roberto Bondi, coordinatore Servizio Marconi T.S.I. e Marcello Fantuzzi, Technical Director&PresidentNcs di Carpi. In palio come primo premio un buono da mille euro da spendere per l’acquisto di strumenti digitali.

La presentazione dei progetti, a cura degli studenti e dei loro docenti, è stata intervallata da intermezzi musicali, artistici e naturalmente digitali come il robottino Nao: mascotte delle scuole  Mattarella di Modena, viene utilizzato per una serie di progetti didattici. Un esempio di come ci siano scuole che in questi anni hanno fatto passi da gigante. La giuria ha poi nominato i due progetti vincitori che saranno ammessi alla successiva fase regionale del Premio Scuola Digitale: si tratta dell’ITS Calvi per la provincia di Modena con un progetto sul precision farming, e l’IIS Blaise Pascal di Reggio Emilia con il lavoro dal titolo The Art of Data. 

Sara Gelli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here