L’impegno della Croce Blu per una bimba di Chernobyl

0
120

Festa grande ai Medaglioni di Correggio per l’annuale ritrovo degli 85 soci della Croce Blu di Carpi e dei loro famigliari per  ripercorrere i momenti salienti dell’attività sociale svolta a beneficio delle persone bisognose ma anche per il tradizionale scambio degli auguri. Quest’anno l’appuntamento organizzato dalla presidente Giannina Panini e dal consiglio direttivo, si è caratterizzato per due momenti  di alto valore umano e civile: l’impegno dell’associazione per salvare la vita di una bimba malata a causa delle radiazioni di Chernobyl e il sostegno per le popolazioni terremotate di Abruzzo e Molise.  Particolarmente toccante e commovente l’illustrazione del percorso della Croce Blu, in collaborazione con Anpas e Regione, volto a salvare la vita di Ljuba, una bimba ucraina di cinque anni affetta da leucemia e bisognosa di un immediato trapianto di midollo osseo. Di qui la presa in carico del ‘caso’ grazie alla testimonianza di un giovane ucraino residente a Reggio che si è assunto il compito di fare da tramite (e da interprete) tra la famiglia della piccola e i volontari carpigiani. Presto la malata arriverà in aereo a Milano insieme alla madre e da qui verrà trasferita al Reparto di Oncologia pediatrica dell’Ospedale Maggiore di Bologna. La testimonianza di solidarietà alle popolazioni abruzzesi colpite dal terremoto si è invece concretizzata con una cena composta da piatti tipici di quelle zone tra cui l’immancabile amatriciana. Per quanto riguarda l’attività annuale della sezione carpigiana della Croce Blu, la presidente Panini ha ricordato che sono stati 100mila i chilometri percorsi con i mezzi (due pulmini, due ambulanze e due Doblò) per il servizi di trasporto di malati, disabili e anziani. Sono poi stati premiati i soci che hanno raggiunto i 5, i 10 e i 15 anni di anzianità di servizio svolti nell’attuale sede del piazzale delle autocorriere. Sede che l’associazione si augura presto di cambiare secondo le  promesse e gli impegni assunti dal Comune di concedere l’ex scuola elementare di via Marchiona. Presenti alla serata conviviale anche il consigliere regionale Enrico Campedelli e l’assessore Daniela Depietri.
Cesare Pradella

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here