Il Pane e le Rose, domenica visita guidata e aperitivo solidale

0
95

Dalle 10 alle 13 (con aperitivo solidale alle 11.30) i volontari e soci della cooperativa Eortè mostrano ai cittadini come funziona questo “emporio della solidarietà” che, oltre a prodotti perlopiù alimentari, ma anche per l’igiene personale e la pulizia della casa, scuola e, in misura minore, abbigliamento, dallo scorso aprile ha predisposto una rete di servizi utili a favore delle famiglie in difficoltà economica. Il coinvolgimento diretto e l’adesione al progetto di svariati esercizi commerciali del territorio identifica il social market solierese come un caso unico sulla scena nazionale.
In primavera ha preso avvio la prima sperimentazione, che prosegue fino a dicembre 2016, del “progetto servizi”, con lo scopo di fornire servizi alle famiglie utenti del social market.
Sono state contattate attività del territorio solierese che potessero offrire in modo gratuito la propria professionalità.
I donatori hanno stipulato un accordo con la cooperativa Eortè, valido fino al termine della sperimentazione, in cui sono specificati tutti i termini della donazione, e hanno controfirmato i relativi buoni “solierini”. Questi ultimi sono distribuiti agli utenti e ritirati dal donatore al momento dell’erogazione del servizio.
I donatori hanno inoltre accolto con favore la vetrofania che certifica il loro sostegno a Il Pane e le Rose.
Al 30 giugno 2016 i nuclei familiari solieresi che hanno usufruito del social market dal suo avvio hanno raggiunto quota 143 (75 di origine italiana, 64 di origine straniera, 4 italo-straniera), corrispondenti a 490 persone (224 italiani, 266 stranieri).
Sono invece 20 le nuove famiglie inviate per la prima volta nel primo semestre del 2016. I prodotti maggiormente distribuiti sono stati latte, pasta e riso, carne e affettati, formaggi, yogurt, verdura, dolci, insalate pronte, frutta, conserve e polpa di pomodoro; molto richiesti anche prodotti per l’igiene personale e la pulizia della casa, materiale scolastico.
La visita guidata di domenica 25 settembre avviene nell'ambito della terza edizione della Giornata della Cittadinanza Solidale che, istituita dalla Regione nel 2014, si svolge in Emilia-Romagna domani – sabato 24 settembre – al fine di incentivare una nuova stagione della solidarietà e della partecipazione al servizio della collettività e quale occasione di crescita civile della comunità regionale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here