Puliamo il mondo

0
144

All'edizione 2016 di Puliamo il Mondo, la più grande iniziativa di volontariato ambientale italiana, che si terrà a Carpi il 24 settembre, a partire dalle 15, “abbiamo voluto dare un significato che andasse oltre il seppur meritorio, obiettivo di non riempire di rifiuti l'ambiente in cui viviamo”, spiega Mario Poltronieri, presidente di Legambiente Circolo delle Terre d’Argine.
La campagna di quest'anno sarà infatti dedicata  “al tema dell’accoglienza e dell’integrazione, con l’obiettivo di pulire il mondo dalle barriere che frenano lo sviluppo dei diritti e la diffusione del benessere per tutti: la riappropriazione collettiva del territorio è la chiave per ricostruire le relazioni sociali, perché un mondo diverso è possibile se lo si costruisce insieme, senza barriere di alcun tipo (sociali e culturali, etniche e religiose, fisiche e mentali)”, prosegue Poltronieri.
In accordo con la Fondazione Ex Campo Fossoli, Legambiente Circolo delle Terre d’Argine ha scelto di intervenire nel Campo e nel Cortile delle Steli, presso il Museo Monumento al Deportato, “perchè c'è bisogno di pulire il mondo, non solo dai rifiuti, ma anche da fanatismi e da odi razziali e religiosi, che tante sciagure stanno provocando” prosegue il presidente.
Sabato 26 settembre, ritrovo in Piazza Martiri a Carpi alle 15, per recarci in bicicletta al campo di Fossoli e rientro previsto intorno alle 18,30.
“Non cambieremo il mondo, servono ben altre forze, ma ribadiremo, con la nostra presenza, che i campi di concentramento in cui si muore o si parte per andare a morire, non devono più esistere”, conclude Mario Poltronieri.
L'iniziativa è organizzata dai Circoli di Legambiente Terre d'Argine di Carpi, Progetto Chernobyl di Carpi, Novi e Soliera, Guardie Ecologiche di Legambiente, con la collaborazione della Fondazione ex Campo di Fossoli, l'Assessorato all'Ambiente, I Saltafossi di San Marino e Aimag.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here