Esasperati i negozianti di via Matteotti

0
122

Sono rimasti in  pochi ma con questo andazzo resteranno sempre meno. Parliamo dei  titolari dei negozi, per lo più artigiani, di via Matteotti, nel tratto compreso tra le vie Aldrovandi e Sbrilanci. La ragione? I lavori edili in corso su due palazzi uno di fronte all’altro, danneggiati dal terremoto di quattro anni fa, di fatto, dimezzano la sede stradale per la presenza quotidiana di camion, gru, furgoni e altri mezzi con attrezzature per l’edilizia, bloccando il traffico veicolare e rendendo difficoltoso anche il passaggio di pedoni e ciclisti. “Io ho perso almeno il 50 per cento della mia clientela – dice sconsolato il calzolaio che da anni svolge il suo mestiere nella strada – ma si trovano nelle stesse condizioni  i pochi altri rimasti. Molti se ne sono già andati, specialmente dopo il terremoto: avendo danneggiato i due alti palazzi che si affacciano su questa strada, si è proceduto a innalzare impalcature di sostegno e di salvaguardia dei passanti e ora, con l’inizio dei lavori di ripristino e di restauro, giungono tutti i giorni camion, gru, furgoni per lo scarico dei materiali paralizzando la già stretta strada. Ma questa situazione di sostanziale paralisi della circolazione allontana anche i pedoni e così le attività economiche esistenti muoiono di morte lenta. Io mi sono stufato di andare in  Comune per fare presente la situazione e mostrare, foto alla mano, la paralisi del transito per molte ore al giorno e per molti giorni la settimana. Nessuno è intervenuto. Tutto tace. E anch’io, come i pochi altri rimasti, sarò presto costretto a chiudere e questa diverrà un’altra strada ‘morta’ del vecchio centro storico, priva di qualunque attività economica artigianale che la tenga in vita richiamando possibili clienti”. Un grido di dolore che confidiamo arrivi in Comune e all’assessorato competente: degradata già prima del terremoto, ora la strada, giorno dopo giorno, rischia l’abbandono per trasformarsi in una strada fantasma.

Cesare Pradella

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here