Othello: il 25 marzo il capolavoro di Orson Welles

0
63

Durante il periodo delle Repubbliche Marinare, Otello, detto il moro di Venezia, viene inviato dal doge a difendere la roccaforte di Cipro dai Turchi, dopo il suo matrimonio con la bella e nobile Desdemona. La sua scelta di nominare Cassio suo aiutante provoca però invidia e gelosia nel perfido Jago, che comincia a insinuare dubbi nell'animo di Otello sulla fedeltà della moglie. Con un artificio, Jago riuscirà a far sì che Otello si abbandoni alla gelosia  – “Un mostro dagli occhi verdi che dileggia il cibo di cui si nutre” dice Jago – soffocando la moglie con un cuscino. Ma la verità viene a galla e sebbene Jago, smascherato, sia poi condannato a morte, Otello non resisterà al rimorso, suicidandosi. Questa la trama di una tra le più famose tragedie del Bardo, che sarà la protagonista, venerdì 25 marzo alle ore 21 presso l'Auditorium Loria di Carpi, del secondo appuntamento della rassegna  Lo spettacolo della passioni: Shakespeare e il cinema,  promossa da Comune di Carpi, Biblioteca Loria, Carpi effetto cinema e curati da Cinema del carbone.
L'iniziativa, a partecipazione gratuita, vedrà la proiezione di Othello, il film di Orson Welles che nel 1952 si aggiudicò il Grand Prix du Festival (l'attuale Palma d'Oro), alla 5° edizione del Festival di Cannes: uno splendido bianco e nero, inquadrature originali, brevissime sequenze e uno stile originalissimo fanno di questa pellicola uno dei capolavori di Welles e del cinema del Novecento
A introdurre la visione della pellicola capace di riportare il dramma della gelosia con uno stile talmente personale ed emozionante da rimanere ineguagliato, sarà  Enrico Badii di Cinema del Carbone.
 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here