Un tetto di vetro per Castelvecchio

0
104

E’ stato approvato in tutta fretta per non perdere il finanziamento statale di 910mila euro il progetto preliminare per la copertura del Cortile interno di Palazzo Castelvecchio per una spesa complessiva prevista di due milioni di euro.
Il progetto nasce nel 2010 dall’intenzione dell’Amministrazione Comunale di ottenere una sala per le attività motorie e una sala polivalente aperta anche alla città nel plesso scolastico Manfredo Fanti. L’iter è lungo e complicato per l’alto valore storico che riveste Palazzo Castelvecchio, vincolato con decreto del Ministero per i Beni Culturali,  le cui origini risalgono al Quattrocento. Qui, accanto alla Sagra, la tradizione fa nascere il nucleo più antico della città.
Per l’edificio collocato tra via Carducci e Piazzale Re Astolfo, cerniera tra un’area fortemente abitata e le strutture pubbliche più importanti e rappresentative, è stato elaborato un programma di valorizzazione che porta le firme dei tecnici comunali geometra Maurizio Benetti e architetto Cesare Sereni. Il progetto prevede opere interne di adeguamento e opere impiantistiche, oltre alla copertura del cortile interno: dopo una serie di incontri, la Soprintendenza ha autorizzato una soluzione a copertura continua in vetro e acciaio.  Allo stato attuale, il Palazzo Castelvecchio e il complesso di fabbricati posti a quadrilatero sono utilizzati come scuola e ospitano le elementari Manfredo Fanti e la succursale delle scuole medie Alberto Pio: nell’ambito del programma di valorizzazione sono  riconfermati come edifici per l’istruzione, con l’implementazione delle sale polivalenti (che si ricaveranno grazie alla copertura del tetto) ad utilizzo culturale e aperte a tutta la città.
Dopo l’approvazione del progetto esecutivo, l’Amministrazione Comunale prevede di iniziare i lavori nel mese di giugno per arrivare alla loro conclusione nel mese di dicembre del 2017.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here