Il cane: come fare la giusta scelta

0
93

Quattro passeggiate al giorno di circa un’ora l’una, felice e rispettato, spesso a contatto con i propri simili, integrato, tenuto in casa con un bel cuscinone caldo e possibilmente con cibo di buona qualità.
Sembra la descrizione di una nuova tassa imposta, invece è la prima cosa che ai più, viene in mente parlando di un cane.
Il concetto “del migliore amico dell’uomo” è saltato, quando le persone dalle campagne si sono spostate nelle città e hanno iniziato a vivere con maggiore fatica la realtà dell’avere un cane.
Il nodo è la scelta iniziale del cucciolo.
Le quattro passeggiate si potrebbero anche fare se la maggior parte dei cani non tirasse come se avanti a loro ci fosse l’ultimo odore disponibile su tutto il globo. Avere un cane in famiglia è bello nella stessa misura in cui è faticoso e non esiste percorso di educazione che possa eliminare tale fatica, però, una corretta informazione può dare spunti per vivere al meglio il rapporto con il nostro amico.
Se si è un pendolare e si pensa di assomigliare a Richard Gere non è detto che si possa convivere con un Akita, ed essere un buon pianista e scambiare, forse a ragione, la vicina per Crudelia De Mon, non rende la vita con un dalmata la scelta giusta a prescindere.
Noi tutti abbiamo delle caratteristiche e delle passioni che possono incastrarsi nella vita di un cane: Fido è nella relazione esattamente come noi per adottare i modi giusti ha bisogno di sbagliare e capire cosa sia la correttezza.
La fatica dell’avere un cane non può essere eliminata, ma può essere resa piacevole.
Se si sceglie il cane giusto e il giusto tempo da dedicargli, portarlo fuori non sarà una riproposizione di surf su asfalto, ma un giretto piacevole nel corso del quale magari si potranno fare anche delle soste utili al padrone.
Nella società di oggi è fondamentale integrare completamente il cane nella famiglia e nella vita di tutti i giorni.
Gli spazi fisici molto stretti, i continui rumori che la città riserva, l’incontro costante con altri cani e persone nelle più disparate situazioni, rendono necessaria una profonda socializzazione ambientale che richiede molta dedizione da parte del padrone sia in termini di voglia che in termini di tempo.
Per questo motivo la scelta giusta facilita e allevia tutto il dispendio di energie e si riscoprirà un mondo bellissimo fatto di momenti, di sguardi, di collaborazioni e serenità.
La scelta giusta in merito a che cane adottare, o non adottare.
Perché la scelta giusta a volte è quella più difficile, quella che richiede una profonda presa di coscienza.
Quella che ti fa capire che la vita non è sempre compatibile con un cane in giro per casa.
La scelta giusta che ti fa capire che avere un cane in casa sarebbe solo apparenza, ma che dedicarsi ai cani, magari nei canili, rappresenterebbe sostanza.
a cura del dog trainer Gianluca Setti
 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here