L’Itis premia il merito

0
605

Lo scorso 3 dicembre, nella cornice del Circolo Loris Guerzoni di Carpi, si è tenuta la cerimonia, condotta dalla vicepreside Simona Montorsi, di consegna dei Diplomi dell’Esame di stato 2015, delle borse di studio e dei premi assegnati durante lo scorso anno scolastico agli studenti dell’Istituto tecnico Leonardo da Vinci.  Numerosi gli ospiti presenti, tra cui il sindaco di Carpi Alberto Bellelli: “il Leonardo da Vinci è unanimemente riconosciuto per i suoi altissimi standard di qualità. Alcuni dei progetti che  vengono realizzati dai ragazzi potranno confluire nel Polo della creatività cui l’Amministrazione sta lavorando da tempo”. Un istituto storico e radicato della provincia di Modena, “esempio di una scuola che vuole sempre migliorare se stessa”, ha ribadito la consigliera delegata della Provincia Luisa Turci. Alle sue parole hanno fatto seguito quelle dell’assessore Stefania Gasparini che, rivolgendosi direttamente ai ragazzi, li ha invitati “a non avere paura di esprimersi e di fare sentire la loro voce. Voi rappresentate il nostro presente e il nostro futuro”. Nel complimentarsi per i risultati raggiunti con il neo dirigente scolastico, Paolo Pergreffi e le sue vice presidi Angela Mirotti e Simona Montorsi, la professoressa Antonia Fantini, dell’Ufficio Scuola Diocesano, ha invece voluto ribadire con forza il ruolo fondamentale della famiglia nel percorso educativo dei ragazzi: “il Vinci è un istituto che promuove le eccellenze di carattere sia professionale che umano. Ed è così anche grazie alla presenza delle famiglie, centrali per fare una buona scuola”.
Dopo i positivi interventi sono state consegnate le borse di studio intitolate all’amatissima Maria Capone, preside dell’istituto, prematuramente scomparsa il 1° marzo 2013 in seguito a un incidente stradale. A guadagnarsele gli studenti Matteo Federico Goghero, Andrea Artioli e Mattia Donini. Le borse di studio messe a disposizione da Lapam sono invece andate a Luca Verzelloni, Marco Margotti, Francesco Andreoli, Davide Malvezzi, Riccardo Rossi, Kevin Joy Navero e Rodrigo Cavalli.
Introducendo il Premio concorso CNR, Linguaggio della Ricerca, il cui motore è il professor Bellei, Simona Montorsi ha voluto ringraziare “a nome di tutta la scuola gli imprenditori, le aziende, gli enti, le associazioni e l’università perchè, a vario titolo, hanno collaborato con noi e continueranno a farlo, con corsi rivolti ai docenti, interventi nelle classi, sponsorizzazioni economiche, premi… contribuendo concretamente alla riuscita dei progetti che strutturiamo per i nostri studenti. Una buona parte degli sforzi quest’anno si concentrerà sugli studenti, dalla terza alla quinta, per la riuscita dell’importantissimo percorso di alternanza scuola-lavoro, di cui la legge 107 (Buona scuola) ha innalzato la durata a 400 ore nel triennio. Una notevole opportunità per i ragazzi ma impossibile senza il sostegno di tutti i soggetti che lavorano con noi e hanno una rappresentanza nel Comitato tecnico scientifico”. Dopo la consegna della certificazione di sicurezza agli studenti di quarta (hanno lavorato con i ragazzi Fabio Luccarini, Fabrizio Ranuzzi e Luca Portioli) grazie al prezioso contributo economico offerto dalla ditta ​Angelo Po per sostenere i corsi (voluti e organizzati dalla professoressa Simona Fregni e da Carlo Battini),  si è proceduto con il conferimento dei Premi ministeriali di valorizzazione delle eccellenze ai ragazzi che hanno conseguito la votazione di 100 e lode nell’esame di Stato: Lorenzo Valentini  e Davide Malvezzi hanno ottenuto un premio di 450 euro. Ricordati anche gli altri studenti diplomatisi con il punteggio di 100 su 100: Francesco Andreoli, Filippo Valla, Cheng Hu Jia, Kevin Joy Navero, Andrea Mantovani e Suleman Khan. A chiudere la piacevole serata la consegna dei diplomi. Una scuola, l’Itis di Carpi, sempre più apprezzata come dimostra la continua crescita nel numero degli iscritti.
Jessica Bianchi

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here