Tutto sulla nostra scuola

0
151

“Mi sono commossa. Amo questa scuola per le belle esperienze che mi continua a offrire ma, tra qualche mese, dovrò lasciarla”. A parlare è una studentessa di quinta dell’Istituto tecnico Meucci. Alla sua commozione si è unita quella di docenti e collaboratori scolastici in occasione dell’evento La nostra scuola, progetti ed esperienze di un anno di scuola, svoltosi il 26 settembre scorso.  Presentando la serata, l’organizzatrice, la professoressa Alessandra Gasparini, ha sottolineato come, “noi docenti  impegnati in tanti progetti volevamo condividere tutte le belle esperienze  fatte negli ultimi anni con il maggior numero di persone: studenti, professori, genitori, personale scolastico… ma anche con la cittadinanza e ringraziamo il nostro dirigente Marcello Miselli, l’assessore alle Politiche Scolastiche Stefania Gasparini, il vicepreside Davide Lusetti e la nostra direttrice amministrativa Lorella  Muscaritolo che ci hanno dato l’opportunità e  gli strumenti per poter realizzare questo tanto desiderato momento d’incontro” .  I ragazzi si sono alternati sul palco raccontando con la spontaneità che li caratterizza le loro esperienze, dal progetto Mep al cinema e al teatro, dalle letture del Meucci Lab alle testimonianze di esperienze vissute nell’ambito del Progetto Libera contro la mafia. A chiudere la serata la presentazione del corto La nostra scuola, realizzato dai ragazzi di Ted Tv, che racconta con umorismo e poesia momenti di vita scolastica i cui interpreti sono i rappresentanti di tutte le componenti della scuola. Il pomeriggio era stato invece dedicato all’allestimento di stand relativi ai tanti progetti dell’istituto, oltre ai lavori Simulimpresa, Giovani e anziani nella rete, Peer Education, Codice Memoria, Progetto Intercultura e vari progetti sportivi. L’atmosfera è stata stimolante e divertente: via vai di ragazzi che allestiscono, spiegano, insegnano, preparano il rinfresco per i numerosi adulti curiosi di sentirli raccontare e per i loro compagni presenti. Infine richiamano il pubblico alla magia di uno spettacolo da loro condotto tra gli alti alberi del giardino, situazione insolita per tutti, carica di suggestioni. Come suggestive risuonano a fine serata le parole di Don Milani, lette da due docenti: “la nostra scuola è uno sguardo aperto sul mondo, uno sguardo sincero, critico, generoso. E’ l’utopia che ci fa camminare nella direzione giusta. La nostra scuola siete tutti voi: le teste, le braccia, le gambe della nostra utopia”.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here