Anche gli economisti piangono

0
104

Per anni abbiamo pensato che l’economia e la finanza fossero materie per addetti ai lavori e questo pensiero ci ha gradualmente allontanato da due scienze che, piaccia o no, governano le nostre vite. Poi, le bolle speculative, una finanza distorta e una crisi globale ci hanno fatto sperimentare un brusco risveglio e abbiamo capito che avremmo dovuto avere maggiore consapevolezza riguardo certi temi. Ma come recuperare le informazioni perse? Ecco che ci viene in aiuto l’arte, con un originale pièce teatrale della carpigiana Maria Giulia Campioli dal titolo Tu di che Pil sei? Anche gli economisti piangono.
Lo spettacolo – a ingresso gratuito sino a esaurimento posti – andrà in scena all’Auditorium San Rocco, venerdì 11 aprile, alle 21. Con ironia e leggerezza, affronterà le contraddizioni del sistema finanziario, le difficoltà delle imprese e delle famiglie, le paure e le strategie che ognuno adotta in modo più o meno consapevole, per ricercare uno stile di vita piacevole ma sostenibile. Un monologo farcito di tanto umorismo (come la descrizione di personaggi bizzarri: da professori saccenti a impiegati bancari che cercano di vendere ai propri clienti qualsiasi cosa, da analisti finanziari mancati a politici ossessionati dalla “crescita”), ma con la giusta dose di riflessione su quella che può essere definita un’economia buona, solidale. Della felicità. Del resto, in questi anni, sempre più persone stanno rivedendo i propri comportamenti e le proprie priorità.
Lo spettacolo sarà seguito da un breve intervento sul tema Come costruire un nuovo P.I.L: Prodotto Interno Legalità, nel quale Simone Grillo, della Fondazione Culturale Responsabilità Etica, svilupperà alcuni dei contenuti emersi. L’iniziativa nasce dalla collaborazione tra Fondazione Culturale Responsabilità Etica, Fondazione CR Carpi e San Rocco Arte e Cultura.
 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here