“Da soli non ce la faremo. Serve un partner”

0
82

La sfida di Aimag per il prossimo futuro è una sola e si chiama gara per la concessione della distribuzione del gas. E non lo ha certo nascosto il direttore generale Antonio Dondi (in foto) che, in occasione della presentazione del Piano Industriale 2015 – 2017 del gruppo, è stato lapidario: “a quell’appuntamento, Aimag non può presentarsi da sola. Pertanto, l’individuazione di un  partner, sia questi industriale o finanziario, è quantomeno opportuna”. La gara, fatta per ambiti territoriali, nel nostro caso Modena 1, vede in campo due giocatori, seppure dal diverso peso, Aimag da un lato ed Hera dall’altro. “Chi vince – spiega il presidente della multiservizi di casa nostra, Mirco Arletti – ha l’obbligo di indennizzare il gestore uscente per il valore delle sue reti di distribuzione”. Ergo, se vincesse, Aimag dovrebbe versare al colosso bolognese oltre 100 milioni di euro. “Se non troviamo un partner che ci metta almeno la metà di questa cifra – prosegue Arletti – non andremo da nessuna parte”. Le due società non possono presentarsi in modo associato alla gara per motivi legati alle normative vigenti e all’Antitrust: “poiché l’una è una partecipata dell’altra, (ricordiamo che nel 2009, Hera ha acquisito il 25% di quote di Aimag per un valore di 36 milioni di euro) e perché le due multiutility, in quanto operatori dominanti, sono le sole a spartirsi la torta della distribuzione del gas nell’ambito Modena 1”, spiega Arletti.
La strada praticabile è quindi segnata: o Aimag viene fagocitata da Hera oppure si “allea” con un altro soggetto. Se ciò non accadesse, pur incassando 100 milioni sonanti di indennizzo (da investire come?) Aimag perderebbe un segmento fondamentale per la propria redditività e il suo valore si svaluterebbe enormemente (ricordiamo che, a oggi, le quote del Comune di Carpi in Aimag ammontano a 30 milioni di euro: risorse che appartengono ai cittadini e delle quali occorre rendere loro conto).  Insomma la caccia all’alleato è aperta. E, in questo caso, non varrà l’antico adagio, meglio soli che mal accompagnati…
Jessica Bianchi
 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here