Ciclabili: una è nuova e una si rifà il look

0
146

Sono iniziati i lavori per la costruzione della nuova pista ciclo-pedonale in via Dallai, la strada che congiunge il centro con la stazione ferroviaria di Carpi: gli operai stanno predisponendo l’aiuola spartitraffico di separazione tra la pista e la carreggiata stradale all’incrocio tra le vie Dallai e Biondo, di fronte all’Hotel Touring. Diversi posti auto lungo la via verranno soppressi man mano che il cantiere proseguirà verso est. I lavori, che verranno svolti dalla ditta Green Rov di Moglia, continueranno per tutto il 2015. Il costo complessivo dell’intervento è di 590.500 euro e, grazie a un bando al quale Carpi ha partecipato, 383.825 euro saranno coperti dalla Regione Emilia Romagna. La pista verrà costruita sul lato sud (quello dalla parte dell’Hotel Touring) di viale Dallai.  Il nuovo percorso ciclabile sarà ripavimentato con pietra naturale di colore grigio. E’ prevista l’eliminazione degli avvallamenti e delle imperfezioni della pavimentazione esistente in viale Dallai, sul lato nord e sud, e si provvederà alla posa di cavidotti di predisposizione per i servizi tecnologici e la raccolta delle acque piovane.
Presso il Piazzale della Stazione si trovano parcheggi per le biciclette (presto anche cinque depositi protetti) e la principale postazione di C’entro in bici. Ulteriore spazio per la sosta delle bici verrebbe creato ristrutturando le due aiuole presenti nel piazzale della stazione Fs, circa 50 posti.  Infine, panchine e cestini ormai obsoleti saranno sostituiti con materiali moderni e più adatti. Verranno anche modificati e resi più sicuri gli attraversamenti pedonali davanti alla stazione ferroviaria. Il progetto prevede di adeguare l’impianto semaforico esistente in Piazzale Dante, in modo da rendere ancora più sicuro l’attraversamento che sarà dotato degli ausili necessari al suo utilizzo da parte dei non vedenti.  A giugno inizieranno il lavori di manutenzione straordinaria per la sistemazione della ciclabile e del marciapiede di via Guido Fassi nel tratto compreso tra via Berengario e corso Fanti: si tratta di un tratto particolarmente degradato come residenti e frequentatori lamentano da tempo.
“Attualmente – si legge nella Relazione tecnico illustrativa del Comune – i marciapiedi, in entrambi i lati della strada, versano in condizioni assai precarie e presentano numerosi avvallamenti e discontinuità che ne ostacolano la normale percorribilità. In particolare, la ciclabile mostra varie sconnessioni, crepe diffuse dovute alla difficoltà delle acque piovane di defluire e alla presenza di radici invasive di grosse dimensioni. I cordoli di delimitazione degli alberi sono in rilievo e presentano un pericolo per chi percorre a piedi o in bici questi spazi che dovrebbero garantire sicurezza e non costituire pericolo per i passanti”. Basteranno i 50mila euro stanziati per garantire una sistemazione duratura? Le opere verranno completate – si legge sempre nella Relazione – con “il trattamento e la verifica su alcune piante esistenti che presentano segni di sofferenza”.
E, sempre a proposito di centro storico, è stato poi approvato dalla Giunta Bellelli il progetto preliminare per l’implementazione dell’illuminazione di Piazza Martiri e l’integrazione delle luci del Portico Lungo (50mila euro nel 2015 e 110mila euro nel 2016) mentre per il rifacimento dell’illuminazione di corso Alberto Pio e Piazza Garibaldi sono infine stati previsti 150mila euro nel 2017. Infine è stato approvato il progetto preliminare di completamento del restauro della Sinagoga settecentesca, la parte più antica dell’ex Tempio israelita di via Rovighi, costruita nel 1722 e posta nel sottotetto del Portico del Grano: l’edificio ha visto di recente concludersi i lavori di consolidamento ma, a causa del sisma, a tutt’oggi non è ancora visitabile. Valore di questo intervento 60mila euro.
Sara Gelli
 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here