I dati del post sisma

0
198

Nel corso del Consiglio comunale di Carpi del 12 dicembre scorso l’assessore all’Urbanistica Simone Tosi (nel corso del dibattito sul Piano della Ricostruzione) ha fornito alcuni dati aggiornati sulla situazione post-sisma. I MUDE (Modelli Unici Digitali dell’Edilizia) presentati sino a oggi sono stati 365; di queste pratiche 205 hanno ottenuto un contributo, 20 sono state rigettate, 55 sono in fase istruttoria e 86 in quella dei controlli formali. Altre 349 sono state le dichiarazioni di impegno a presentare la pratica entro la fine dell’anno prossimo. 37 i milioni di euro di indennizzi autorizzati dalla Regione Emilia Romagna, 16 quelli già erogati ai cittadini. “Speriamo a questo punto che entro la metà o al massimo la fine del prossimo anno – ha detto Tosi – e a parità di condizioni operative, si possano dare risposte a tutti coloro che dovranno ricostruire. Tengo a sottolineare che avendo stimato in circa un migliaio gli edifici danneggiati dal sisma a Carpi mancano all’appello ancora circa 300 possibili richieste. Pensiamo però che molti cittadini abbiano ottenuto fondi per la ricostruzione non tramite la presentazione di MUDE, ma ad esempio usufruendo di sgravi fiscali per gli interventi già compiuti o da compiere”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here