E’ arrivata Tata Adriana

0
13

Cari genitori, siete arrivati stremati al fine settimana e avete voglia di ritagliarvi un paio d’ore tutte per voi? E’ arrivata in vostro aiuto Tata Adriana che presso la scuola di musica Musikè in via Lago di Carezza, 14 farà divertire i vostri bimbi con la musica e l’inglese.
Adriana Sarca, originaria della Romania, ma novese d’azione dal 2004, è un’educatrice per l’infanzia che ha fatto della sua passione per i bambini una vera missione.
Tata Adriana, nel corso degli anni sei diventata un punto di riferimento per tanti genitori alle prese con l’educazione e l’intrattenimento dei propri figli. Come riesci a insegnare l’inglese ai bambini facendoli anche divertire?
“Con la musica e il gioco. Ho basato la mia tesi di laurea proprio sull’importanza della funzione del gioco sia a livello ludico che educativo, in quanto permette ai bambini di acquisire maggiore fiducia in se stessi e negli altri, di mettersi alla prova superando i propri limiti e, al contempo, imparare cose nuove.  Con il gioco i bambini si esprimono, raccontano, interpretano e commentano.
Il servizio che offriamo presso Musikè non è di semplice baby-sitteraggio, perché i bimbi hanno l’opportunità di essere coinvolti in attività interattive e istruttive che interessano tutti i cinque sensi per permettere loro di sviluppare le loro capacità psico-motorie, musicali e linguistiche”.
Puoi farci qualche esempio?
“Imparare l’inglese diventa un momento di svago quando lo si fa cantando una canzone o guardando un cartone animato. Così come diventa un’esperienza divertente anche conoscere e mangiare la frutta se si aggiunge un pizzico di fantasia, giocando con i loro colori, profumi e i loro nomi in inglese. Ogni giorno mi vengono nuove idee su come coinvolgere i bambini in esperienze ricreative e istruttive”.
Come è nata l’idea delle serate presso Musikè?
“Lavorando a stretto contatto con i bambini ho avuto modo di osservare anche i loro genitori e di conoscere le loro esigenze. Ci sono tanti di loro, con uno o più figli, che non hanno la possibilità di lasciare i bambini ai nonni o a una baby-sitter, e spesso con impegni lavorativi che li pongono in condizioni di forte stress. O semplicemente alcuni di loro hanno il desiderio legittimo di recuperare un momento nell’arco della settimana tutto per loro senza per questo doversi sentire in colpa. Concedersi una serata per andare fuori a cena e trascorrere un po’ di tempo in intimità li aiuta a staccare la spina e a rilassarsi, perché quando i genitori sono felici anche i loro bambini lo sono.  D’altra parte, questi ultimi hanno l’occasione di trascorrere del tempo con i loro coetanei, in un contesto stimolante in cui possono sentirsi i protagonisti. In tempi in cui i bambini sono sempre più assidui consumatori di dispositivi digitali che li inducono perciò a una forma di gioco prevalentemente individuale, creare per loro uno spazio di gioco all’interno di un gruppo li abitua a socializzare e a confrontarsi con gli altri fin dalla più tenera età”.
A quale fascia di età si rivolgono le tue serate presso Musikè?
“Le attività che propongo presso Musikè sono pensate per bambini a partire dai 4 anni, e i gruppi sono composti da circa 10-12 bambini. Sabato 25 ottobre, dalle 20 alle 23, avrà luogo l’inaugurazione. Per informazioni e prenotazioni potete contattare direttamente la scuola di musica Musikè ai numeri 339 2390927 e 338 9320857 oppure via e-mail a musikecarpi@gmail.com”.
Chiara Sorrentino
 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here