E’ tempo di acetaie aperte

0
62

Sarà un weekend da “gustare in tutti i sensi” e fino in fondo quella che domani sabato 27 e domenica 28 settembre animerà Modena, in occasione di Acetaie Aperte. La manifestazione, organizzata dal Consorzio di Tutela Aceto Balsamico di Modena Igp e dal Consorzio di Tutela Aceto Balsamico Tradizionale di Modena Dop per promuovere e valorizzare il prezioso condimento – vera e propria eccellenza del Made in Italy che in Italia e all’estero conta milioni di estimatori – coinvolgerà ben 39 acetaie del territorio, che apriranno dunque le porte per far conoscere più da vicino a un pubblico di gourmet e di semplici appassionati, i segreti del “Balsamico” attraverso degustazioni in abbinamento con prodotti Dop e Igp tipici modenesi, visite guidate in acetaia e in vigna con un agronomo, dimostrazioni di cottura del mosto e di pigiatura a piedi e addirittura una dimostrazione – tenuta da un bottaio – su come si costruisce una botte in cui sarà poi riposto il prezioso condimento. La mappa con tutte le indicazioni per trovare le acetaie che partecipano ad Acetaie Aperte 2014 sarà distribuita domani sera sabato 27 settembre durante l’originale preview che si terrà in Piazza XX Settembre a Modena, ovvero un talk show dedicato a Cibo, filosofia e spiritualità, a cui parteciperanno lo chef Carlo Alberto Borsarini, il filosofo Tullio Gregory, il regista Piero Cannizzaro e il padre gesuita Jean Paul Hernandez. L’evento sarà preceduto da una “merenda balsamica” e seguito da un Aperitivo balsamico entrambi a base di prodotti tipici modenesi Dop e Igp. L’Aceto Balsamico di Modena IGP, al primo posto tra i prodotti agroalimentari italiani per esportazioni con oltre il 90% della produzione destinato a 120 paesi di tutto il mondo, ha una produzione annuale di circa 90 milioni di litri e vanta un fatturato che supera i 400 milioni di euro alla produzione e i 600 milioni al consumo.
 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here