Gli animali vanno in paradiso?

0
110

“Ma gli animali vanno in paradiso?”. E’ la domanda che ha posto il figlio di un’amica quando è morto il mio micino Camillo, a luglio, a soli 5 mesi a causa di una grave malattia. Gli piaceva Camillo, era un gattino bellissimo, buono tutto fusa e pastine, faticava a immaginare di non rivederlo più. Il tema, al di là dell’aspetto prettamente religioso, resta interessante. Un animale domestico oggi è trattato come un componente della famiglia. Il 42% degli italiani ne possiede uno. Sono ben 45 milioni i cani, gatti, conigli, criceti e altri animali da affezione che vivono in ambienti confortevoli insieme a chi li ha adottati. Il guaio è che la loro vita media è assai piu breve di quella umana e arriva il drammatico momento in cui occorre occuparsi delle loro spoglie. I cimiteri per animali sono pochi in Italia: nel bolognese, ad esempio, si trova Il Riposo di Snoopy a Grizzana Morandi; ampie aree verdi e alberate in cui riposano oltre mille cani, gatti e altri animaletti da compagnia tra fotografie, nomi, giocattoli e fiori.  Per le sepolture nel proprio giardino privato, non tutti i regolamenti comunali sono uguali e chi lo fa, spesso, non lo comunica. A Carpi, ad esempio, Aimag gestisce i resti di cani, gatti e altri animali da affezione sia portati dai loro proprietari che dai veterinari che se ne fanno carico. Finiscono in Aimag anche gli animali morti segnalati e rinvenuti su strade, investiti dalle auto. Presso la sede di via Watt (per Carpi-Novi-Soliera) è presente un impianto di transito. In un apposito congelatore a pozzo vengono conservati i resti degli animali e su un registro sono indicati la tipologia di animale (cane, gatto, ecc), la razza, il peso, la provenienza (chi lo ha consegnato o dove è stato trovato). L’Ausl conduce sopralluoghi per la verifica dell’impianto. Periodicamente i resti vengono mandati a un impianto di trattamento/trasformazione, autorizzato. Le tariffe: fino a 10 chili: 20,15 euro + Iva; fino a 30 chili: 45 + Iva, fino a 50 chili: 70,95 + Iva, sopra i 50 chili: 1,37 euro al chilo + Iva. Per chi vuole un servizio personalizzato, ma chiaramente più costoso, esiste anche la possibilità di far cremare singolarmente il proprio animale. A Medolla, ad esempio, c’è un’agenzia di servizi che può ritirare anche l’animale a domicilio, si occupa della cremazione e consegna le ceneri da conservare. La risposta sul paradiso degli animali resta un mistero: di certo, però, non sono pochi coloro che preferirebbero incontrare post mortem il  cane o il gatto con cui hanno trascorso anni di coccole e reciproco affetto anziché qualche avido parente serpente…
Clarissa Martinelli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here