Nuovi interventi in centro storico

0
168

L’amministrazione comunale di Carpi continua ad aprire cantieri post sisma: se quelli più visibili sono quelli che stanno riportando alla vita in piazza dei Martiri il Teatro Comunale e il Palazzo dei Pio la Giunta nelle ultime sedute ha provveduto a deliberare un’altra serie di interventi apprestati dal settore Restauro e conservazione patrimonio immobiliare artistico e storico dell’ente locale: in particolare grazie a questi partiranno i lavori al portico di via Berengario, interdetto per diversi mesi in alcuni tratti al transito dei pedoni dopo che il sisma del maggio 2012 aveva danneggiato tutto il complesso di S.Nicolò e in particolare la facciata del Tempio stesso. Con un’ordinanza del Presidente della Regione Emilia Romagna è stato autorizzato un finanziamento di 60.522 euro per un intervento provvisionale urgente sul portico mediante puntellamento, per la riparazione delle lesioni nelle volte e la riparazione della copertura, finalizzato alla messa in sicurezza del porticato e della viabilità ciclabile adiacente: l’intervento ha già ottenuto dalla Soprintendenza competente l’autorizzazione e i lavori saranno eseguiti nel periodo estivo, per evitare di arrecare danni al portico in caso di pioggia.
La Giunta comunale ha poi approvato lunedì 8 luglio il progetto definitivo-esecutivo del restauro e risanamento degli intonaci delle pareti del Museo monumento al Deportato politico e razziale situato nel Palazzo dei Pio: il progetto, redatto sempre dal Settore Restauro e conservazione patrimonio immobiliare artistico e storico per una spesa complessiva presunta di 100.000 euro, non si era potuto realizzare fino a oggi in quanto non ritenuto prioritario per la carenza di risorse finanziarie e a causa del sisma 2012; ora i finanziamenti per l’intervento in oggetto sono stati previsti nei documenti del Bilancio 2013. Il progetto prevede anche opere di manutenzione infissi in ferro, la manutenzione dell’impianto di illuminazione, e l’installazione di una telecamera di videosorveglianza. Infine la Giunta ha approvato nei giorni scorsi anche il progetto esecutivo dell’intervento provvisionale di messa in sicurezza a seguito degli eventi sismici relativo alla Sinagoga settecentesca e al Portico del Grano. Un’ordinanza del Presidente della Regione ha autorizzato anche in questo caso un finanziamento di 46.000 euro per il ripristino della tenuta del manto di copertura a salvaguardia delle volte del Portico e dei controsoffitti affrescati della Sinagoga oltre che per la velinatura di protezione degli intonaci antichi decorati distaccatisi a causa del sisma.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here