La notte della milonga in Piscina

0
242

“Il tango – come scrive Miguel Ángel Zotto, uno dei più celebri ballerini di tutti i tempi – non è maschio; è coppia: cinquanta per cento uomo e cinquanta donna, anche se il passo più importante, l’otto, che è come il cuore del tango, lo fa la donna. Nessuna danza popolare raggiunge lo stesso livello di comunicazione tra i corpi: emozione, energia, respirazione, abbraccio, palpitazione. Un circolo virtuoso che consente poi l’improvvisazione”. Il tango non è un semplice ballo o un genere musicale: le sue melodie, nate nelle periferie di Buenos Aires, hanno ispirato poeti, romanzieri e registi di ogni parte del mondo, venendo infine a identificarsi con un’idea di Argentina forse più immaginifica che reale, ma comunque ricca di suggestioni. Improvvisazione, eleganza e passionalità sono gli elementi che contraddistinguono il ballo che richiama i racconti di Borges o i romanzi di Garcia Marquez, in cui le Milonghe raccontano di un mondo e un’epoca insieme effervescenti e nostalgici. E una serata all’insegna della musica popolare argentina, eseguita grazie al Dj modenese Mirco Casari, sarà quella che andrà in scena il prossimo sabato 27 luglio, a partire dalle ore 22.00, presso la Piscina di Carpi. A organizzare Todo el amor. La notte della milonga, la serata danzante – promossa da Cefac & Arts – sono Iginia Cairo e Giuseppe Militare, insegnanti di tango argentino presso la scuola di danza de La Patria e in altri istituti del modenese. Il costo di ingresso sarà di euro 5, e all’interno del parco delle piscine sarà allestito uno spazio bar. “Abbiamo già avuto un’esibizione lo scorso 12 luglio in Piazzale Re Astolfo, nell’ambito degli eventi de LaCarpiEstate – spiega Giuseppe Militare – e ad assistervi c’erano oltre 200 persone. Devo quindi rilevare che l’interessa per la danza in generale, e per il tango in particolare, è molto viva in città. Per questo assicuro a tutti gli amanti del ballo e del tango che della serata alle piscine conserveranno un bellissimo ricordo”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here