A iom balè a basta!

0
44

Aiom balè a basta (abbiamo ballato abbastanza): quante volte questa frase è balenata nella mente degli abitanti della Bassa modenese – e non solo – durante i giorni in cui la terra non voleva smettere di tremare? A metà tra l’imprecazione e la preghiera, la frase in dialetto è divenuta il simbolo della voglia di non arrendersi al sisma. Queste parole ora compaiono su una maglietta – in vendita al costo minimo di 10 euro – il cui ricavato sarà devoluto in beneficenza per la ricostruzione delle Scuole di Novi, Rovereto e Sant’Antonio, tutte crollate o da demolire, a parte l’asilo nido che, attualmente, ospita il Centro Operativo Comunale. L’idea è nata dalla volontà di alcuni cittadini che vogliono continuare a vivere e lavorare sul proprio territorio. Si tratta di Giorgia Rossato, agente di commercio nel settore dell’illuminazione, lo zio Guerrino, pensionato e impegnato nel volontariato, la commercialista Anna Navi e l’architetto Michaela Travasoni. “Abbiamo pensato che, per rinascere, occorra concentrarsi prima di tutto sul futuro – spiega Giorgia – e l’avvenire è sicuramente rappresentato dalle scuole. La nostra è anche una reazione al fatto che molti clienti e amici ci consigliano di andar via, ma noi vogliamo restare. Chi non ha vissuto questi mesi direttamente non può capire quanto resistere sia diventato importante per tutti noi”. Il gruppo è aiutato dall’Avis, presso i cui uffici a Novi e Rovereto è possibile trovare le magliette – e dall’Asilo nido Colorado in via Traversa S. Giorgio a Carpi, dove ogni sabato, dalle 10 alle 12, sarà possibile acquistarle. Oltre a quella che recita la frase in dialetto, è stata stampata anche un’altra t-shirt con su scritto La torre è crollata ma noi siamo ancora in piedi. “Questa iniziativa è rivolta soprattutto a chi abita fuori – racconta Guerrino – perché non possiamo pensare che chi ha perduto tutto possa anche autotassarsi, ma devo dire che questa idea è diventata il simbolo di una comunità che vuole restare unita. Tantissime infatti le persone di Novi e Rovereto che vogliono le nostre magliette”. Anche il Coro delle Mondine di Novi ha deciso di dare una mano: venerdì 20 luglio sarà possibile acquistare le t-shirt presso la tenda Grest dove terranno un concerto. Per ora i promotori ne hanno preparate, autofinanziandosi, 500 unità per entrambi i modelli, 200 dei quali sono già stati acquistati. Una bella iniziativa che speriamo possa crescere e contribuire a far rifiorire una terra dalle radici così profonde che una serie di terremoti non basteranno a sradicare. Per informazioni aiombaleabastamail.com.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here