Due occhi contro il degrado

0
54

Finalmente una buona notizia per abitanti e commercianti della zona ovest del Centro storico di Carpi teatro, negli ultimi anni, di numerosi episodi di degrado. Entro il mese di dicembre infatti, entreranno in funzione due telecamere di sorveglianza su via Berengario. Nei giorni scorsi abbiamo riportato le lamentele di quanti, residenti nella zona compresa tra le vie Giuseppe Rocca, Berengario e i giardini di San Nicolò, facevano osservare come da lungo tempo avessero chiesto – anche attraverso petizioni ma fin’ora senza risultato – l’installazione di una telecamera che potesse contribuire a fare da deterrente ai gruppi, di stranieri ma anche italiani – che qui bivaccano tutto il giorno sporcando, schiamazzando e importunando i passanti, soprattutto se donne non accompagnate. Ora la richiesta di videosorveglianza è stata accolta, ma non solo. A descrivere il piano globale di riorganizzazione dell’area è l’assessore alla Polizia Municipale Carmelo Alberto D’Addese: “le due telecamere – una delle quali è già stata installata – possono ruotare di 360°, fornendo così una copertura completa dell’area. Le riprese saranno collegate direttamente con il comando dei Vigili Urbani, e potranno essere visionate anche da tutti gli altri organi di sicurezza”. Le misure predisposte dal Comune non si fermano qui. “Abbiamo programmato una revisione dell’illuminazione stradale, per rendere maggiormente visibili alcuni tratti che prima restavano un po’ in ombra. Oltre a questo, stiamo riorganizzando i contenitori per la raccolta dei rifiuti”. Telecamere per scoraggiare eventuali malintenzionati e documentare i potenziali reati, ma anche un più frequente controllo sul campo da parte degli organi preposti. “La Polizia Municipale – continua D’Addese – agirà di concerto con le altre Forze dell’Ordine, Polizia e Carabinieri, presidiando maggiormente la zona”. Alcuni residenti si dichiarano soddisfatti. “Almeno questa richiesta è stata accolta”, dicono. Resta da vedere se le misure messe in campo sortiranno i risultati sperati. Va ricordato infatti che, tra gli altri, c’è anche il divieto di somministrare bevande alcoliche in bottiglie di vetro dalle 22 della sera alle 6 di mattina, proibizione sino a oggi non molto rispettata – almeno a giudicare dalle numerose bottiglie vuote e dalle segnalazione degli stessi residenti. Tutti gli interventi in corso di realizzazione sono stati finanziati dal Comune.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here