Volemose bene…

0
60

Piazza Martiri si appresta ad ospitare un evento dai contorni decisamente “surreali”. Domenica 16 ottobre Umani in divenire (movimento spontaneo che, si legge sul suo sito, si pone l’obiettivo di diffondere strumenti capaci di favorire l’evoluzione umana e contribuire a ristabilire l’armonia tra tutti gli esseri viventi e il nostro pianeta) inaugura la Giornata nazionale degli Abbracci. Come funziona? Niente di più semplice, perlomeno a dirsi… Chiunque potrà recarsi in piazza, ricevere abbracci e abbracciare a sua volta i passanti. Gli effetti potrebbero essere sconvolgenti. “Nello stesso giorno – spiegano gli organizzatori – avrà luogo anche una meditazione mondiale sull’Italia per alzare il livello vibratorio degli italiani e favorendo l’apertura delle emozioni in coloro che si incontreranno quel giorno. Il fenomeno dell’entanglement della fisica quantistica conferma che l’intento deliberato di un tale evento congiunto, che sfocia in un abbraccio collettivo all’intera nazione, ha degli effetti così potenti da generare un gigantesco campo di energia unificato potenzialmente capace di frantumare molte barriere inducendo così molti ad aprirsi”. Fantascienza o realtà? Ai posteri l’ardua sentenza… Vibrazioni a parte: una cosa è certa, domenica varrà la pena guadagnarsi un posto in prima fila, perchè lo spettacolo – ne siam certi – sarà assicurato. Ma la giornata del volemose bene basterà per invertire la rotta? Per riappropriarci dei valori di solidarietà, coesione sociale, inclusione e integrazione di certo un abbraccio non basterà. Per quelli occorrono i fatti e politiche sociali concrete che non fanno rima con emozione ma con volontà.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here