Il profumo del mosto cotto a Soliera

0
29

Sabato 15 e domenica 16 ottobre Soliera ospita la 16a edizione de Il Profumo del Mosto Cotto, festa autunnale che celebra le tradizioni enogastronomiche, la storia e la cultura contadina del territorio modenese, promossa dall’Amministrazione comunale in collaborazione con la Compagnia Balsamica, l’associazione locale per la valorizzazione dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena. E’ un appuntamento molto atteso dalla comunità  locale che si ritrova a festeggiare nelle vie del centro storico le proprie origini contadine e la vocazione prevalentemente agricola del passato. Del resto, il profumo del mosto cotto è quello emanato dalla cottura del mosto da uva destinato all’acetaia comunale.
La manifestazione prenderà avvio sabato 15 ottobre, alle ore 18, presso il Castello Campori, con la presentazione del libro La confraternita del Gnocco d’oro, cui farà  seguito alle 19.30 una grande cena contadina in piazza Fratelli Sassi.
Domenica 16 ottobre, fin dalle 8 della mattina, i volontari della Compagnia Balsamica inizieranno la cottura del mosto d’uva nei tradizionali fugoun (grandi fuochi) a legna schierati in piazza Lusvardi, di fronte al Castello Campori. La giornata sarà  caratterizzata da un programma piuttosto ricco di appuntamenti, disseminati nelle vie e nelle piazze del centro storico. Non solo le degustazioni di piatti della tradizione contadina, gnocco fritto, polenta e salsiccia, belsoun, saba e savor, ma anche rappresentazioni di antichi mestieri e artigianato artistico a cura della Compagnia del Sipario Medievale di Verona, esposizioni di auto, moto e trattori d’epoca, concerti e balli all’aria aperta, iniziative per i bambini. Saranno presenti gli stand informativi di Aimag, della Protezione Civile, dell’Avis e dell’Ant con visita gratuita per controllare la presenza di melanomi della pelle. Non manca il classico mercato straordinario degli ambulanti. In programma anche il 1° Torneo di tiro con l’arco storico Frecce Balsamiche e la 2° Gara del Nocino fatto in casa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here